GOSSIPRISPOSTECOMMENTICHI SIAMOAVATARPRIVACY    
 
 

 

Martedì 27 ottobre 2020

Nicola Porro commenta gli assurdi CAM sul vending del Ministero dell'Ambiente

Nemmeno nel periodo più buio della Germania Est comunista, un ministero si era sognato di scrivere una norma che incidesse così in profondità sulla libertà imprenditoriale delle aziende di un singolo settore. Ma la bozza che sta girando sui CAM, criteri ambientali minimi per i distributori di alimenti e bevande automatici, è la cosa più insensata che ci è mai capitato di leggere.

Nicola Porro, con "Mentre l'Italia muore, il ministro Costa pensa al bio", mette in luce l'autentica follia di un politico che ha perso ogni contatto con la realtà del mercato, imponendo una serie di norme paradossali e irrealizzabili, mostrando una totale incompetenza sulle dinamiche del vending e creando una disparità incomprensibile con gli altri canali distributivi (bar, retail e GDO).

Dai distributori automatici in una classe energetica che non esiste e che non è realizzabile, agli snack dolci e salati obbligatoriamente bio, alla decisione della tipologia di frutta secca commerciabile (Sorrento, Malizia, Cervinara, Feltrina, Porisienne). La cioccolata? Fondente e proveniente da commercio equo e solidale. Insomma un lungo elenco di prodotti a "rotazione nulla" che di fatto cancellerebbero ogni possibilità di vendita ai gestori. Come abbiamo già scritto in passato, è come se imponessero ai cinema di non vendere pop-corn gelati e caramelle, ma solo le carrube.

Non so come la pensate voi, ma un'incompetenza del genere è francamente inaccettabile.

Bisognerebbe mettere nei distributori automatici del Ministero dell'Ambiente i fantastici prodotti che chiedono, al prezzo che costano (spesso il triplo degli attuali) e vedere cosa dicono dipendenti e funzionari al ministro...
Anche se, in verità, le macchine andrebbero tolte per principio e per protesta da quella locazione...

Sugar e Plastic TAX rinviate e non cancellate. Un'altra mazzata...

I dati li dovrebbero saper leggere tutti... Ad esempio nel canale HORECA nei primi 8 mesi dell’anno, le bevande analcoliche hanno subito un calo del -34,9%, nonostante una diminuzione dei prezzi al litro di circa il 2%. La risalita dei numeri, attesa nel 2021 non riuscirà nemmeno a compensare le perdite dell’anno in corso.

Così nello stesso momento in cui esce il DPCM che chiude bar e ristoranti alle 18, nuove tasse (come la sugar e plastic tax) non vengono cancellate come sarebbe sensato fare, ma solo rinviate di qualche mese.

Ma come si può pensare di rilanciare un settore in crisi prevedendo nel 2021 nuovi balzelli? Lo stesso dell'HORECA vale ovviamente anche per il vending. L'inevitabile crollo dei consumi derivante dalla seconda ondata Covid-19, sarà recuperato molto lentamente ed è assurdo sapere che queste due tasse combinate renderanno ancora più difficile il percorso già a metà del 2021...

Lunedì 26 ottobre 2020

Ottobre peggio di settembre, un calo che preoccupa le gestioni...

I numeri in arrivo da diverse gestioni sulle prime settimane di ottobre sono impietosi, mostrano un arretramento rispetto all'ultima settimana di settembre. Chi aveva costruito i budget di fine anno pensando ad un miglioramento progressivo, si trova in una situazione insostenibile. Oggi un gestore perde soldi e non sa nemmeno come ritrovare l'equilibrio economico.

Ovviamente questo momento critico si riflette su tutta la filiera del vending, creando problematiche a cascata sui fabbricanti, sui costruttori e sui rivenditori.

Parlare della situazione senza proporre nessuna soluzione non serve a niente, perciò ci permettiamo di fare un'osservazione. Oggi ci è arrivata l'ennesima segnalazione di una postazione a 0,28 centesimi. Ma che senso ha?

All'interno di un grande gruppo industriale di Milano con il quale collaboravo, nel 1999 il caffè nel distributore automatico costava 600 lire. Gli attuali 0,31 euro. Nel bar di fronte il caffè in tazzina era a 1.000.

Siamo a fine 2020 e si parla ancora di caffè a 0,28? Ma com'è possibile, abbiamo perso completamente la bussola? Il caffè nel bar di fronte è a 1,20 euro, un aumento del 133%. Noi invece siamo inchiodati ad un prezzo completamente anacronistico e che svaluta completamente il nostro lavoro. Se non partiamo da qui, non arriveremo mai da nessuna parte...

Il centralino e-commerce di Caffè Borbone risponde anche in napoletano...

L'italiano e l'inglese non bastavano, il centralino dell'e-commerce di Caffè Borbone risponde anche in napoletano. Se vuoi metterti in contatto chiama: "fa' ampressa"...

Caffè Borbone rende omaggio alla propria “lingua madre” con un’operazione che ha simpaticamente sorpreso tutti i protagonisti dell’Universo Borbone, dai fornitori, ai clienti e collaboratori. Da oggi, tutti quelli che vorranno mettersi in contatto con gli uffici di Caffèborboneonline.it, l’e-commerce dell’azienda, potranno scegliere di selezionare al centralino (800.811.137), oltre all’italiano e all’inglese, anche il napoletano, un modo per rivendicare le proprie origini e affermare, ancora una volta, il valore della napoletanità che rivive, ogni giorno, anche attraverso il gesto rutinario di bere un caffè, il vero espresso napoletano.

Celebre è la frase a Napoli Jammece 'a piglià nu cafè, quando si vuole comunicare a qualcuno che si ha bisogno di un momento d’intimità, oppure semplicemente di scambiare due chiacchiere, una frase che rispecchia la napoletanità e che non può prescindere dall’essere pronunciata in dialetto, il napoletano.

Venerdì 23 ottobre 2020

Protesta nazionale > La FIPE occupa le piazze in 10 città...

Con lo slogan "Il piatto piange e la musica è finita", martedì 28 ottobre alle 11.30, i gestori di bar, ristoranti, locali di intrattenimento, imprese di catering e banqueting, occuperanno contemporaneamente le piazze di 10 città italiane capoluoghi di regione: Firenze, Milano, Roma, Verona, Trento, Torino, Bologna, Napoli, Cagliari, Palermo.

Gli ultimi provvedimenti presi da governo e alcune Regioni per il contenimento della seconda ondata di Covid-19 stanno mettendo definitivamente in ginocchio i pubblici esercizi. Un’emergenza nell’emergenza sulla quale le associazioni di categoria con in testa la Fipe, la Federazione Italiana dei Pubblici Esercizi, accenderanno un riflettore con questa protesta nazionale.

Obiettivo: ricordare i valori economici e sociali della categoria, e chiedere alla politica di intervenire in maniera decisa e concreta per salvaguardare un tessuto di migliaia di imprese, perché sicuramente a fine anno ne chiuderanno 50.000 e moltissimi addetti perderanno il posto di lavoro.

Se la politica si sveglia solo quando vede le piazze piene, forse sarebbe il caso di fare arrivare un messaggio anche dai 30.000 lavoratori del vending...

Zitto zitto, il Plastic free è pronto a tornare a ruggire...

Il movimento "Plastic Free" si è sgonfiato in fretta, appena i temi della sicurezza alimentare sono diventati d'attualità, ma la fede dei crociati non è venuta meno, pronti a ripartire come se nulla fosse successo, anzi ansiosi di recuperare il tempo perduto... e così in piena seconda ondata, iniziative concepite appena si sono placate le acque stanno emergendo un po' in tutta Italia.

Come a Rozzano, Comune plastic free che ha appena consegnato a tutti i dipendenti le borracce di alluminio, con tanto di sponsorizzazione del grande centro commerciale locale (prima che la politica lo chiudesse per il weekend ovviamente)..

San Benedetto Skincare si aggiudica il Global Water Drinks Awards 2020...

Acqua Minerale San Benedetto conquista il Global Water Drinks Awards 2020 nella categoria “Best Functional Waters” con SKINCARE, l’innovativa bevanda funzionale arricchita con Collagene, Zinco e Acido ialuronico. La Total Beverage Company veneta è l’unica azienda Italiana ad aver ottenuto il prestigioso riconoscimento in questa edizione. A conquistare i giudici le proprietà del prodotto, la bontà del gusto, l’immagine ed il formato.

I Global Water Drinks Awards, organizzati dai maggiori esperti globali del food & beverage di Zenith Global, rappresentano un premio di assoluto prestigio dedicati all’industria dell’acqua imbottigliata, aperti a innovatori, imprenditori e ad aziende già note di tutto il mondo. Quest’anno l’evento ha registrato più di 160 partecipanti da 27 paesi. I finalisti e vincitori sono stati selezionati da una giuria indipendente di esperti del settore.

Giovedì 22 ottobre 2020

Kairos > Rhea e la responsabilità di diffondere cultura e bellezza.

Rheavendors Group sente la responsabilità di diffondere cultura e bellezza, due delle grandi eredità che noi italiani possiamo e dobbiamo trasmettere al mondo, e celebrai suoi 60 anni di attività guardando al futuro attraverso Kairos, l’avveniristica macchina del caffè realizzata da Rhea e Davide Livermore

Kairos è una macchina a edizione limitata che aggiunge alla qualità del caffè, il valore del tempo, quei 32 secondi di pausa per un buon caffè che vengono riempiti di bellezza e cultura. La macchina dei 60 anni infatti rivoluziona le normali forme dei distributori automatici con uno schermo esageratamente ma volutamente grande che servirà a guidare la scelta della bevanda desiderata in modalità touchless, tramite app, e che in 32 secondi coinvolgerà il consumatore in un viaggio esperienziale.

“La macchina che con Davide Livermore abbiamo creato per celebrare i nostri 60 anni di storia ci trasporta in un viaggio di 32 secondi nella bellezza delle immagini, nella forza dei suoni e nel piacere del gusto. Davide Livermore conosce molto bene Rhea perché è stato un grande amico di Carlo Doglioni Majer, che ci ha lasciato in eredità un insegnamento straordinario: inserire cultura e passione nella vision aziendale e nella progettazione delle nostre macchine. La macchina celebrativa firmata da Davide aggiunge la qualità del tempo alla qualità del buon caffè, regalando cultura a quel momento che ci concediamo per bere un caffè che diventa esperienza” commenta Andrea Pozzolini.

“Il teatro ha questa capacità: è qualcosa che ci porta molto vicini ai bambini che giocano, e fare questo ci porta a creare delle vere magie. I viaggi possono durare pochi secondi ma essere densissimi. Il tempo stesso si può sospendere o accelerare con il teatro e con l’arte. Parlando con Rhea mi sono immaginato che in un tempo di 32 secondi posso preparare il miglior caffè in tazza possibile. Credo che in questo tempo storico una delle più grandi conquiste sia quella di prendere del tempo per noi stessi e di sospendere il nostro essere bulimici. Quindi ho messo insieme questi dati: la capacità immaginativa del teatro con un tempo tecnico di 32 secondi che diventeranno un tempo sospeso dedicato a noi. Un tempo in cui possiamo ritrovare il contatto con noi stessi in un viaggio multisensoriale” spiega Davide Livermore.

Per vedere il video con la macchina celebrativa dei 60 anni di Rhea (CLICCA QUI)

Coind presenta un caffè ad impatto zero sul clima...

Coind ha aderito al programma Climate Neutral Group (CGN) per ottenere un “Climate Neutral Coffee Certified”, un caffè che ha un impatto neutro sul clima del pianeta, riconosciuto da una specifica certificazione con verifiche svolte da organismi indipendenti.

Nei prossimi mesi il gruppo attiverà le fasi iniziali per la compensazione delle emissioni attraverso il finanziamento della riforestazione di alcune aree del Brasile.

Il presidente Luca Cioffi ha dichiarato: “Coind è stata da sempre attenta alla tematica della sostenibilità. Oggi, con questo nuovo progetto che nasce assieme a CNG, compiamo un fondamentale passo in avanti, non solo verso il mercato, ma soprattutto verso l’ambiente. Diventare climate neutral significa dare un contributo vero alla salute dell’ambiente e fare la nostra parte perché possano essere raggiunti quegli obiettivi di sviluppo sostenibile fissati dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite per combattere il cambiamento climatico”.

Mercoledì 21 ottobre 2020

Quando la politica ci vede come fantasmi...

Il nuovo DPCM sta facendo come al solito discutere i politici di ogni schieramento. Sulla questione "ristoranti chiusi e distributori automatici aperti" abbiamo però assistito a delle prese di posizione surreali.

L'ultima in ordine di tempo è di un politico calabrese che ha dichiarato: "Mio malgrado, ho dovuto constatare che l’attuazione  dell’ultimo DPCM è avvenuta con due pesi e due differenti misure, pregiudicando solo l’attività dei locali commerciali con gestore. Orbene, per essere più chiara, il DPCM ordina la chiusura alle ore 00.00 di tutti i locali di somministrazione quali bar, pub, ristoranti. L’attuazione ha visto però obbligati solo i gestori “fisici”, lasciando invece liberi di esercitare l’attività i gestori fantasma, ovvero i distributori automatici.

Ma secondo i politici le macchine si riempiono da sole? Non capiscono che dietro ai distributori automatici ci sono 30.000 addetti più l'indotto?

Nuove professioni, i "personal shopper" del caffè di Nims

La campagna di reclutamento lanciata recentemente da Nims porterà entro fine anno in azienda 300 nuovi venditori, che si aggiungeranno ai 3.000 attualmente incaricati alla vendita.

Si tratta di una nuova figura ribattezzata personal shopper del caffè, "un’opportunità concreta di lavoro flessibile e meritocratico”, dice l’azienda, che si occuperà anche della formazione dei neo reclutati. Tra le competenze specifiche richieste: la conoscenza del prodotto (devono essere esperti del caffè, delle sue “origini”, “peculiarità” e “tipologie”) e qualità umane come la capacità di ascolto, la disponibilità e la capacità di entrare in sintonia con il cliente.

La strategia, quindi, non passa solo qualità del caffè o delle macchine espresso  ma anche dal servizio e dal legame tra azienda e consumatore finale. L'intermediario è il venditore. La vendita diretta ha icome fulcro il consulente, che va a casa per cercare di rispondere a qualsiasi domanda e soddisfare qualsiasi esigenza.

Nescafé Dolce Gusto lancia Genio S: la nuova gamma di macchine automatiche

Nescafé Dolce Gusto, da sempre impegnata nell’innovazione e nella ricerca di soluzioni all’avanguardia che anticipano esigenze di consumatori e rispondono ai tanti diversi gusti, introduce oggi una vera rivoluzione con la nuova gamma Nescafé Dolce Gusto Genio S.

La gamma, che si compone di tre modelli in un crescendo di tecnologia, consente infatti grazie a innovazione, praticità e funzionalità, di creare in modo automatico il proprio caffè scegliendo lunghezza e temperatura.

La gamma si compone di: Genio S, Genio S Plus, Genio S Touch (disponibile in due versioni De'Longhi e Krups), tre modelli compatti e semplici che valorizzano al massimo l’innovazione e l’esperienza di Nescafé Dolce Gusto e la varietà di gusti disponibili.

L’innovazione più importante di questi prodotti è data dalla ghiera girevole che permettere di impostare la lunghezza della bevanda e il meccanismo automatico stoppa l’erogazione al raggiungimento del livello di estrazione scelto: bevande ristrette, lunghe, praticamente per tutti i gusti! E la varietà è notevole, infatti Dolce Gusto vanta oltre 30 referenze fra caffè, cappuccini, tè e molto altro.


Martedì 20 ottobre 2020

In Lombardia i negozi automatici H24 si trasformano in H12...

La Lombardia dimezza gli orari dei negozi automatici. Il Presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha firmato una nuova ordinanza in materia di contrasto al Coronavirus, con validità fino a venerdì 6 novembre 2020, in cui specifica che sono chiusi dalle 18.00 alle 6.00 i distributori automatici cosiddetti “h24” che distribuiscono bevande e alimenti confezionati, con affaccio sulla pubblica via. Tale misura non si applica ai distributori automatici di latte e acqua...

Un dimezzamento degli orari che avrà un impatto molto significativo sui fatturati...

Nessuna trattativa per Mantova. O trasferiti o niente. Continua lo sciopero...

Dopo una settimana di presidio, i sindacati di Gruppo Argenta hanno finalmente incontrato la proprietà, ma senza alcun risultato, visto che il loro commento alla stampa locale è stato: "Ci è stata fornita la disponibilità a parlare di buonauscita per chi decidesse di non trasferirsi a Peschiera, ma altre possibilità non ce ne sono. L’azienda ha deciso di chiudere la sede di San Giorgio Bigarello e non sembra intenzionata a tornare sui propri passi. Siamo francamente allibiti da una tale chiusura da parte della società."

Quindi i lavoratori di Argenta e i loro sindacati restano sul piede di guerra, chiedendo un tavolo urgente con il Comune e con la Prefettura e annunciando un’altra settimana intera di sciopero. Vi terremo informati...

Lunedì 19 ottobre 2020

Tempi duri in Spagna, previsti aggravi su plastica, zucchero e IVA agevolata...

L'Esecutivo al Governo in Spagna, socialisti in coalizione con la sinistra radicale Unidas Podemos, ha elaborato un strategia fiscale per il 2021 (CLICCA QUI) che colpirà duro il settore del vending. Sono infatti previste una tassa ad hoc sui contenitori monouso in plastica, un aumento delle imposte sulle bevande zuccherate e il passaggio di aliquote IVA agevolate a quelle generali (tipicamente dal 10% al 21%).
A potenziare il tutto c'è pure un aumento delle tasse sulle imprese.

Come si possa pensare di attuare queste strategie senza creare i presupposti per una "macelleria sociale" senza precedenti, non è dato sapere. Non si rendono conto che il conto lo pagheranno i tanti dipendenti mandati a casa?

Renzi (Italia Viva) propone a Conte lo stop a plastic e sugar tax

Matteo Renzi ha messo sul tavolo le priorità del suo movimento politico (IV) nell'ambito della discussione sulla manovra. Due i filoni proposti: da un lato calo delle tasse e dall’altro la crescita.

Per quanto riguarda il primo punto, priorità allo stop a plastic tax e sugar tax, poi serve una “seria” riforma Irpef nel 2022 che punti a un fisco semplice e più leggero. Inoltre occorre trovare risorse adeguate per l’introduzione dell’assegno unico e universale dal 2021.

Sul fronte della crescita, aggiungono le fonti, IV chiede incentivi per favorire aggregazioni di imprese, sostegno alla competitività, rafforzamento dei Pir (Piani individuali di risparmio), proroga del credito di imposta per le spese sostenute per la quotazione in Borsa.

Genova, il tiro al bersaglio contro gli H24

Il DCPM aveva lasciato stare il vending e subito le Regioni correggono l'errore. Il Governatore della Liguria Toti, in accordo col sindaco Marco Bucci, al primissimo punto di una lunga ordinanza, IMPONE la chiusura delle attività di vendita al dettaglio e/o somministrazione di alimenti e bevande effettuate mediante apparecchi automatici in appositi locali ad esse adibiti in modo esclusivo o prevalente. L'attività di vendita è inibita in tale modalità per qualsiasi genere merceologico in tutto il territorio del comune di Genova...

Il divieto scade il 13 novembre. 29 giorni di chiusura. Una pietra tombale per gli imprenditori locali...

Venerdì 16 ottobre 2020

BREAKING NEWS > De Luca chiude scuole e università in Campania fino al 30/10

Torna l'incubo delle chiusure... Il Governatore De Luca ha deciso di chiudere le scuole nella regione. Niente lezioni in presenza nelle scuole primarie e secondarie da domani fino al 30 ottobre. Sono anche sospese le attività didattiche e di verifica in presenza nelle Università, fatta eccezione per quelle relative agli studenti del primo anno. Si vietano le feste, anche conseguenti a cerimonie, civili o religiose, in luoghi pubblici, aperti al pubblico e privati, al chiuso o all'aperto, con invitati estranei al nucleo familiare convivente. Sono sospese le attività di circoli ludici e ricreativi. E' fatta raccomandazione agli Enti e Uffici competenti di differenziare gli orari di servizio giornaliero del personale in presenza. A tutti gli esercizi di ristorazione è fatto divieto di vendita con asporto dalle ore 21...

In relazione alla situazione epidemiologica esistente - recita la nota dell'unità di crisi - sono state adottate misure rigorose con il doppio obiettivo di limitare al massimo le circostanze di assembramenti pericolosi in ogni ambito, privato e pubblico, con l’obiettivo di ridurre al massimo la mobilità difficilmente controllabile...

Eccellenze d’Impresa > Caffè Borbone si aggiudica il “Premio Assoluto 2020” e il riconoscimento “Crescita e sostenibilità”

Caffè Borbone si aggiudica sia il “Premio Assoluto 2020” tra tutte le categorie, sia il riconoscimento “Crescita e sostenibilità”, conquistando il primo posto tra le numerose aziende in lizza per i riconoscimenti assegnati da “Eccellenze d’Impresa 2020”. L’ambito premio “assoluto” tra tutte le categorie negli anni passati è stato assegnato ad aziende del calibro di Diasorin, Giovanni Rana, Recordati, Iguzzini.

Il riconoscimento 2020 è stato assegnato a Caffè Borbone S.r.l. in un evento presso il Teatro Manzoni, promosso da GEA-Consulenti di Direzione, Harvard Business Review Italia e Arca Fondi SGR, con il patrocinio di Borsa Italiana.

Questo riconoscimento segue la menzione attribuita a Caffè Borbone da “Eccellenze d’impresa” il 26 giugno 2020 nell’ambito del premio “attrattività finanziaria” per le aziende non quotate, dedicato alle aziende che hanno dimostrato caratteristiche di eccellenza in termini di trasparenza, governance e capacità di attrarre risparmio privato per la crescita.

“Dopo la menzione “Attrattività Finanziaria” assegnata da “Eccellenze d’Impresa” lo scorso giugno, questo premio ci rende davvero orgogliosi” commenta il presidente esecutivo di Caffè Borbone Massimo Renda “Il riconoscimento “Crescita e Sostenibilità” è un tema che mi sta particolarmente a cuore e credo vada a premiare il nostro grande impegno, specialmente nel campo della sostenibilità con la cialda compostabile. Il premio assoluto 2020 tra tutte le categorie è un momento di grande gioia per me e tutta l’azienda e un riconoscimento che ci ripaga dei tanti sforzi fatti in questi anni.”

La salute di visitatori ed espositori al centro della proposta fieristica di Venditalia.

Venditalia 2021, in calendario dal 10 al 13 marzo 2021, metterà al centro della sua proposta fieristica la sicurezza di visitatori ed espositori attraverso l’applicazione di protocolli normativi e organizzativi già ampiamente collaudati nel settembre 2020. Infatti, il quartiere fieristico di Milano-Rho ha testato con successo i suoi protocolli sanitari durante le importanti manifestazioni fieristiche internazionali Milano Unica, Mipel e Micam.

I varchi di accesso pedonali e veicolari dedicati sono stati definiti ponendo particolare attenzione alla corretta gestione dei flussi, in modo tale da rendere sicure le modalità di ingresso al quartiere fieristico.
È stato promosso l’utilizzo di tecnologie digitali al fine di automatizzare i processi organizzativi e partecipativi con l’incentivazione di sistemi preregistrazione, al fine di evitare possibili assembramenti ai tornelli d’ingresso/biglietteria.
I poli di attrazione saranno distribuiti in modo omogeneo su tutta l’area di manifestazione con l’obiettivo di regolare l’affluenza ed evitare concentrazioni.

Sarà predisposta una adeguata informazione sulle misure di prevenzione, mediante l’ausilio sia di apposita segnaletica e cartellonistica fissa e sistemi di tipo digitale sia ricorrendo all’impiego di personale addetto, incaricato di monitorare e promuovere il rispetto delle misure di prevenzione facendo doveroso riferimento al senso di responsabilità del visitatore stesso. Sarà intensificata l’attività di pulizia, attraverso l’implementazione di presidi fissi dei servizi igienici, e di frequente detersione di tutte le superfici di maggior contatto. Sono stati predisposti distributori di gel disinfettante presso i servizi igienici e le aree di ristoro e relax. Nei padiglioni verrà garantita un’adeguata areazione e ricambio dell’aria negli ambienti con controllo e sostituzione dei filtri e un’attenta pulizia delle macchine di trattamento aria degli impianti di climatizzazione.

Venditalia 2021 è pronta per ripartire in totale sicurezza e rilanciare il settore, consolidando la propria reputazione di vetrina internazionale di eccellenza della distribuzione automatica.

Per maggiori informazioni sulla manifestazione: www.venditalia.com

Giovedì 15 ottobre 2020

2021 l'anno zero del vending. La preoccupazione diventi azione...

Una filiale storica del vending è stata appena chiusa e 70 dipendenti sono fuori dai cancelli a protestare. Questa immagine è il simbolo di un settore che fino a qualche anno fa prosperava, ma che oggi si trova davanti a numeri agghiaccianti, con perdite di fatturato medie nel 2020 del 30%. La ripartenza di settembre è stata molto debole e nuovi DCPM sono arrivati in ottobre. Per far tornare in equilibrio i conti nel 2021 e salvare le aziende dal crollo, sembra sempre più probabile una riduzione di almeno il 20% della forza lavoro da gennaio 2021.

Stiamo parlando di circa 5.000 addetti, 5.000 famiglie di gente che spesso conosciamo personalmente, una preoccupazione che sembra paralizzare gli imprenditori, in attesa del duro colpo in arrivo. Però non si può stare fermi quando ci sono temi come gli ignobili prezzi di vendita ancora sul terreno. Problemi che abbiamo contribuito a creare e che dobbiamo contribuire a risolvere.

Sarebbe davvero l'ora di prendere una pala e iniziare a pulire per terra. Ogni volta che si accetta un prezzo di vendita spazzatura che non margina correttamente, aumentiamo il cumulo che si crea in azienda. Ogni volta che un bravo commerciale riesce a vendere un ottimo servizio ad un prezzo corretto, spaliamo via un pezzo del problema.

La preoccupazione diventi quindi azione e impegno concreto nel salvare le aziende attraverso politiche commerciali virtuose. Forse non basterà a fermare del tutto la crisi, ma almeno la potremo guardare negli occhi senza vergognarci.

Innovazione, sostenibilità e cultura. Questi i valori da cui Rhea Vendors Group parte per ripensare ascoltando il mondo del business e diventando un Thinking Enabler

Rhea Vendors Group, tra i più importanti produttori al mondo di distributori automatici tailor made, con 3 siti produttivi in Italia e 12 filiali all’estero, e l’orgoglio di diffondere in oltre 90 paesi la cultura del caffè, si fa promotrice di un’ambiziosa call to action per il mondo del business invitando diverse realtà imprenditoriali in un luogo virtuale per confrontarsi, sviluppare idee e delineare in anticipo gli scenari di un nuovo modello economico.

Innovazione, sostenibilità sociale e cultura sono i valori su cui Rhea, da sessant’anni, costruisce il proprio business model e che oggi, in uno scenario socio-economico fortemente condizionato dalla pandemia, rappresentano i pilastri portanti del futuro del mondo dell’impresa. Per questo motivo Rhea ha deciso di investire in un progetto di networking virtuoso che, partendo da quei valori, vuole abilitare la partecipazione del mondo del business allo scambio di nuove idee, visioni e analisi su cui costruire concretamente i progetti futuri. Esponenti di diversi settori industriali si confronteranno su tematiche che riguardano il mondo imprenditoriale e la collettività, in dialoghi digitali che gli utenti potranno vedere sul sito rheathinktogether.com on line dal 21 ottobre.

“In Rhea ci siamo interrogati su cosa potevamo fare per dare concretezza alla parola resilienza, spesso abusata in questo periodo. Abbiamo quindi guardato ai principi che ci hanno sostenuto in questi 60 anni di attività per ricondurli a una società ed economia trasformati negli stili di vita e nei business model. Ma non vogliamo farlo da soli. Riteniamo che molti, come noi, possano aiutare a creare valore partendo dal proprio passato, per tracciare nuovi percorsi di business. Apriremo quindi le porte di casa e inviteremo persone di mondi differenti in un salotto digitale per condividere esperienze e visioni sul futuro, con l’obiettivo di superare insieme le sfide, sviluppare nuove idee e cogliere tutte le opportunità che emergeranno.” spiega Andrea Pozzolini, Ceo del gruppo.

Per condurre il salotto digitale, Rhea ha scelto tre artisti italiani per i quali cultura, innovazione e sostenibilità sono il filo conduttore del loro percorso personale e professionale e che, come Rhea, ognuno nel suo settore, rappresentano l’eccellenza del made in Italy nel mondo.

Davide Livermore, regista d’opera e di prosa, ha firmato spettacoli nei più grandi teatri nazionali e internazionali da Philadelphia a Tokyo, oltre ad aver inaugurato due stagioni consecutive della Scala di Milano con Attila nel 2018 e con Tosca nel 2019. Oggi è Direttore artistico del Teatro Nazionale di Genova. Da anni vicino al mondo di Rhea grazie alla figura di Carlo Doglioni Majer.

Davide Scabin, pluripremiato chef Combal. Zero di Rivoli, uno dei cuochi italiani più apprezzati in Italia e all'estero per la sua creatività e sperimentazione innovativa, e che ha creato lo space food per gli astronauti nel 2013.

Simona Ghizzoni esponente della fotografia moderna e attivista per i diritti delle donne. Il suo lavoro ha ricevuto diversi premi, tra cui World Press Photo, Poyi, il progetto Aftermath, Burn Magazine Emerging Photographer Grant e Sony World Photography Award.

Per leggere il comunicato stampa integrale CLICCA QUI


VIDEO CONFIDA > 7 COSE CHE NON SAPEVI DEI DISTRIBUTORI AUTOMATICI

CONFIDA sta portando avanti una campagna volta comunicare la “qualità” della distribuzione automatica al fine di migliorare la reputazione del vending presso consumatori, clienti e opinione pubblica.

La campagna prosegue con un nuovo video: anche questa volta, come già successo in occasione della campagna #pausasicura, in collaborazione con Curioctopus, una realtà editoriale che opera esclusivamente sui social media e che, solo su Facebook, ha un seguito di oltre un milione di persone.

Il nuovo video affronta 7 aspetti centrali del servizio della distribuzione automatica che ne denotano la qualità ma che sono spesso sconosciuti anche agli stessi consumatori: dalla presenza dei grani del caffè macinati al momento, agli standard di igiene a cui sono sottoposte le vending machine fino al riciclo della plastica.

Mercoledì 14 ottobre 2020

Proteste sorridenti. Presidio fuori dalla sede di Mantova sino a venerdì...

70 addetti della filiale di Mantova avranno tempo fino al 9 novembre per scegliere se accettare di andare a lavorare nella filiale di Peschiera Borromeo, perché entro quella data lo stabilimento verrà definitivamente chiuso. Questo è stato il motivo scatenante del presidio (in foto) che contava circa 20 persone e che andrà avanti fino a venerdì.

La Gazzetta di Mantova ha dato ampio spazio ad una vicenda (clicca qui) che purtroppo stavamo commentando da settimane su Fantavending. Venerdì 16 ottobre i sindacati incontreranno nella sede della Ggil i responsabili della sede mantova per cercare di farli tornare indietro nella decisione.

Sergio Vecchi, capo officina ha dichiarato alla stampa locale: "Qui ci sono professionalità uniche che sarebbe difficile rimpiazzare. Siamo l’unica officina a riparare i pezzi guasti dei distributori Argenta di tutta Italia, i tecnici, da nord a sud, fanno riferimento a noi. E per questo anche in questo momento abbiamo il laboratorio pieno di pezzi da sistemare..."

L'unica cosa che non abbiamo capito è perché si parla di doccia gelata e di notizia improvvisa. La segnalazione della chiusura a noi è arrivata a fine agosto e ne abbiamo parlato spesso nei commenti di settembre... Comprendiamo le motivazioni che hanno spinto i sindacati a sostenere un presidio, ma morse muoversi un po' prima non sarebbe stata una cattiva idea.

Coronavirus > pubblicato il DCPM 12 ottobre 2020. Nessuna sorpresa per il vending.

Per una volta un DCPM non porta particolari conseguenze al nostro settore. E' stato infatti da poco pubblicato sul sito del Governo il DPCM 12 ottobre 2020 che introduce nuove misure urgenti di contenimento del contagio sull'intero territorio nazionale. Le disposizioni si applicano dal 14 ottobre 2020 e sono efficaci fino al 13 novembre 2020.

Martedì 13 ottobre 2020

Coronavirus > il Governo spinge per lo smart working al 70% nella PA

Da qualche settimana i dipendenti pubblici stavano gradualmente rientrando al lavoro, ma con i numeri dei contagi in salita, il Governo (secondo quanto riferisce in un lancio stampa l'ANSA) starebbe pensando a una nuova misura per portare al 70% le attività in smart working degli uffici pubblici.

Un passo indietro che potrebbe inaugurare una nuova stagione di uffici deserti anche nel privato che nessuno nel vending può permettersi. Capiamo che la misura sarebbe presa per ridurre gli spostamenti e i conseguenti rischi di circolazione e contagio da coronavirus, ma tentare di convivere con il virus e evitare un collasso economico sarebbe una priorità altrettanto importante.

I dispenser di ACQUA SANTA installati al Duomo di Porcia...

La Chiesa ha adottato tutte le misure di distanziamento sociale ed atti che che avrebbero potuto pregiudicare la salute dei fedeli una di queste è stata la rimozione dell'Acqua Benedetta dalle acquasantiere e questo perchè poteva trasformarsi in un pericoloso veicolo di contagio.

Da qui l'idea di utilizzare un sistema che garantisse l'igiene e la salute dei fedeli rispettando le norme di prevenzione. L'Aretail, azienda nata nel Polo Tecnologico di Pordenone e fondata da Walter Biason, ha progettato i nuovi dispenser di gel Cleanium, dispositivi prodotti con tecnologia avanzatissima, dopo aver superato rigorosi test sono stati adottati all'Aeroporto della Malpensa, Aeroporto di Linate, alcune Università, esercizi commerciali ed in tutte le postazioni di una primaria azienda internazionale di telefonia mobile presente in quasi tutti i Centri Commerciali italiani.

L'esperienza di ARetail ha potuto così ideare, anche con la consulenza di don Daniele Fort parroco di Porcia, un dispositivo che non solo non sembrasse un dispenser di sapone ma che rispettasse tutte norme igieniche e che non banalizzasse il gesto del segnarsi con l'Acqua Santa. Pur richiamandosi alla forma del dispositivo dispenser, ha assunto una veste più consona al luogo ed all'atto religioso. Due di questi dispositivi sono stati installati all'entrata del Duomo di Porcia suscitando curiosità, approvazione e qualche iniziale diffidenza subito fugata dalle rassicurazioni di Don Daniele.

Lunedì 12 ottobre 2020

LUTTO NEL MONDO DEL VENDING

Siamo davvero dispiaciuti nel dover informare la nostra community della scomparsa di Leo Palumbo, un amico, uno storico manager del nostro settore sin dalla sua fondazione negli anni '60.

In oltre 50 anni di attività è stato protagonista e testimone di diverse tappe fondamentali dello sviluppo del vending italiano, sia durante la sua prima esperienza in Faema che nelle successive in Bianchi e Saeco.

Ha anche preso attivamente parte alla vita associativa nazionale, ricoprendo più volte il ruolo di Presidente del gruppo imprese di fabbricazione di distributori automatici e accessori.

Lo staff di Fantavending porge le più sentite condoglianze alla famiglia.


 

Bonomi, Presidente di Confindustria, butta il carico: "sarà boom di licenziamenti"

Passate le elezioni qualcuno finalmente parla senza mezzi termini del vero problema in arrivo. "Quando scadrà il divieto dei licenziamenti per le aziende sarà un momento critico. Temo ci sia la necessità di riorganizzare le imprese, questo vuol dire ristrutturare. Io temo purtroppo che ci sarà non dico un'ondata, ma un numero molto importante di licenziamenti" è il vero e proprio allarme lanciato dal presidente di Confindustria, Carlo Bonomi, su La7.

Al di là delle legittime preoccupazioni di chi pensa al suo posto di lavoro nella filiera del vending, allarma non poco una diminuzione generalizzata dell'occupazione. Già si pensa ad una forte diminuzione delle battute a causa dello smart working, se poi si aggiunge un minor numero di persone negli uffici a causa di licenziamenti generalizzati, allora lo scenario si complica davvero.

Va ripensato al più presto un modello di business che sia in grado di affrontare la situazione, con al centro lo stop ai ristorni pubblici e privati e un livello di prezzo medio finalmente corretto...

Sana Restart > L’Italia è pronta per la rivoluzione biologica...

Dal 9 all’11 ottobre il biologico è tornato protagonista a Bologna con SANA RESTART e gli Stati generali del bio “Dalla Rivoluzione verde alla rivoluzione Bio: il biologico tra presente e futuro”.

I dati dell’Osservatorio Sana 2020, promosso da BolognaFiere e a cura di Nomisma, con il patrocinio di FederBio e AssoBio e il sostegno di ICE, evidenziano un forte incremento della domanda da parte dei cittadini di prodotti bio: con un +7% dei consumi domestici rispetto all’anno precedente, il mercato interno ha raggiunto un valore di 4,3 miliardi di euro (incluso il food service). Molto positiva anche la performance dell’export bio che nel 2019 ha superato la quota di 2,4 miliardi di euro.

Maria Grazia Mammuccini, Presidente FederBio ha dichiarato: "Agli Stati Generali del 2019 con “Rivoluzione Bio” abbiamo lanciato il messaggio che serviva una svolta verso il biologico e l’agroecologia, l’unica in grado di neutralizzare i cambiamenti climatici e di produrre nel rispetto dell’ambiente e della salute. L’Europa, presentando le strategie di attuazione del Green Deal, ha dato ragione a quell’impostazione che FederBio, AssoBio e BolognaFiere avevano anticipato, in sintonia con i cittadini, che con le scelte d’acquisto, premiano sempre più il biologico. Per questo occorre una scelta chiara anche per il nostro Paese approvando subito la legge sul biologico, come ha annunciato recentemente la ministra Bellanova"...

Venerdì 9 ottobre 2020

Canoni vending nella P.A. > Prorogato lo stato di emergenza fino al 31 gennaio...

E' stato pubblicato il DECRETO-LEGGE 7 ottobre 2020 , n. 125 recante “Misure urgenti connesse con la proroga della dichiarazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19” che stabilisce che lo stato di emergenza venga prolungato ulteriormente fino al 31 gennaio 2021.

Ricordiamo che è possibile rideterminare le condizioni di equilibrio economico delle singole concessioni vending con la Pubblica Amministrazione per i mesi di emergenza epidemiologica e per cali di fatturato superiori al 33%.

Il Decreto inoltre stabilisce che è previsto l’obbligo di avere sempre con sé dispositivi di protezione delle vie respiratorie, con possibilità di prevederne l’obbligatorietà dell’utilizzo nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private e in tutti i luoghi all’aperto a eccezione dei casi in cui, per le caratteristiche dei luoghi o per le circostanze di fatto, sia garantita in modo continuativo la condizione di isolamento rispetto a persone non conviventi, e comunque con salvezza dei protocolli e delle linee guida anti-contagio previsti per le attività economiche, produttive, amministrative e sociali, nonché delle linee guida per il consumo di cibi e bevande

Perfetti Van Melle risulta la prima azienda nel settore dolciario dove lavorare è bello

Secondo una ricerca appena pubblicata da Affari&Finanza de "La Repubblica", Perfetti Van Melle è stata premiata come migliore della sua categorie con il sigillo "Top Job Best Employers 2021"

Lo studio sulla reputazione online di oltre 200 aziende in Italia è stato condotto da ITQF, Istituto tedesco di qualità e finanza, che ha ascoltato il web in cerca delle società che gratificano il personale. Il periodo della ricerca è iniziato nel 2019 ed è proseguito fino a luglio 2020.

Mediante algoritmi sono stati vagliati sui social media milioni di fonti. L'intelligenza artificiale è stata in grado di distinguere i commenti catalogandoli in positivi, neutri e negativi.

Giovedì 8 ottobre 2020

Caffè > lo smart working ha cambiato le nostre abitudini...

Il mondo del vending deve osservare sempre con grande attenzione i trend di consumo che riguardano il caffè, il principale driver di settore responsabile di miliardi di battute ogni anno. Ognuno di noi lo sapeva che l'arrivo improvviso dello smart working stava modificando le abitudini di consumo della più importante bevanda calda, ma non esisteva ancora una ricerca specifica che ne parlava apertamente.

Ebbene Nestlé ha preso un campione di ben 14.000 italiani sopra i 18 anni e ha realizzato un vero e proprio Osservatorio caffè e smartworking (in infografica qui sotto). il dato più interessante è che per il 40% degli intervistati sia cambiato il rapporto con il caffè, con il 63% che ne ha riscoperto il piacere e prevede di conservare le nuove abitudini di consumo.

Sigep 2021 sarà fortemente in versione digitale...

SIGEP, il Salone Internazionale di Gelateria, Pasticceria, Panificazione Artigianali e Caffè, si presenterà nell'edizione 2021 con un format molto diverso, verrà infatti lanciato il progetto Sigep Exp.

Il nuovo format prevede solo 3 giorni di fiera fisica ma con estensione digitale, da lunedì 15 a mercoledì 17 marzo, e 2 giornate di Digital Agenda, il 18 e 19 marzo. Attraverso una tecnologica piattaforma online, sarà potenziato il matching tra aziende e buyer internazionali.


 

Mercoledì 7 ottobre 2020

Siriparte! Il vending su ISORADIO. Intervista a Massimo Ferrarini (COVEN)

“Siriparte” è il nuovo programma di Roberto Poletti in onda tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 14.00 alle 15.00 su Isoradio.

E' il racconto dell’Italia della ripresa, del lento ritorno alla normalità e della ripartenza dei settori produttivi.

Il 6 ottobre 2020 il programma ha parlato di vending e ripartenza del settore grazie all'intervista con Massimo Ferrarini, Presidente del Consorzio Nazionale COVEN. Ecco la traccia audio dell'interessante intervento.

Approvato in Senato l’emendamento che elimina il limite del 50% di rPET

Il Senato ha approvato l’emendamento che consente di produrre bottiglie composte al 100 per cento di plastica riciclata, eliminando così il limite del 50 per cento imposto alle imprese del settore dal decreto del 20 settembre 2013, n. 134. Si tratta di un importante passo in avanti per l’Italia verso l’economia circolare.

Il decreto deve ora passare alle Camere, ma permetterebbe all’Italia di allinearsi agli altri Paesi Europei, dove il 100% dellla plastica utilizzata nelle bottiglie non è solo riciclabile ma anche riciclata.

Un’ottima notizia per il Progetto RiVending PET,la raccolta selettiva delle bottiglie in PET presenti nei distributori automatici tramite bidoni dedicati.

L’obiettivo di Rivending PET è quello di contribuire alla raccolta delle bottiglie dopo il loro utilizzo e di reinserirle nel processo di produzione, dando vita a nuove bottiglie in plastica rPET e creando così nel settore del vending un’efficiente Economia Circolare.

Martedì 6 ottobre 2020

Selecta > Sciopero in tutta la Spagna per il 13 ottobre?

Secondo un lungo articolo pubblicato da "El Pais" (CLICCA QUI) il più prestigioso quotidiano spagnolo, se non ci saranno progressi nelle trattative sindacali, sarà indetto uno sciopero in tutta la Spagna nei 35 siti lavorativi di Selecta.

I sindacati protestano per i 350 licenziamenti definitivi in programma appena lo consentirà il Governo. Oggi e giovedì sono previste manifestazioni individuali davanti alle sedi dalle 11:00 alle 17:00, mentre il 13 ottobre ci sarà uno sciopero generale.

Selecta si è rifiutata di dare a "El Pais" la sua versione dei fatti...

Addio alla Borsa > Massimo Zanetti Beverage Group scende dal palco di Piazza Affari

La Mzb Holding ha lanciato un'OPA per acquisire la totalità delle azioni ordinarie della società e ottenere così la revoca dalla quotazione sul segmento Star.

Una nota pubblicata a sorpresa recita che "L’Offerente ritiene che la quotazione in Borsa di Massimo Zanetti Beverage Group S.p.A. non abbia permesso di valorizzare adeguatamente il gruppo a cui fa capo MZBG. L’Offerente pertanto valuta necessario procedere ad una riorganizzazione dell’Emittente, finalizzata all’ulteriore rafforzamento dello stesso, operazione più facilmente perseguibile nello status di non quotata".

MZB Holding riconoscerà un corrispettivo pari a 5 euro per ciascuna azione portata in adesione all'offerta. Il corrispettivo incorpora un premio pari al 28,2% rispetto al prezzo ufficiale delle azioni al 29 settembre 2020, di 3,90 euro.

Lunedì 5 ottobre 2020

Plastic e Sugar TAX mettono a rischio 80.000 lavoratori...

In uno scenario già di per se piuttosto drammatico, a breve si aggiungerà lo spettro delle incomprensibili Sugar e Plastic Tax, che penalizzeranno tantissimi comparti che già devono affrontare gli effetti e le conseguenze della pandemia. Così si iniziano a levarsi voci sempre più alte per tentare di fermare questo prelievo forzoso alle imprese e ai cittadini (per il conseguente aumento dei prezzi).

Confindustria, per voce di Giangiacomo Pierini, presidente neoeletto per i prossimo 4 anni di Assobibe, l'Associazione che rappresenta le imprese che producono e vendono bevande analcoliche in Italia, ha dichiarato: “In un momento in cui le imprese del settore, in particolare le piccole e medie aziende italiane, fanno fatica a rimettersi in piedi, introdurre nuove imposte come la Sugar tax, che si aggiunge alla Plastic Tax, significa mettere a rischio l’occupazione degli 80mila lavoratori diretti ed indiretti della filiera, con aumenti dei prezzi che si ripercuoteranno con maggior forza su bar e ristoranti prima e poi sui consumatori. La Sugar Tax, voluta dal Governo prima dell’emergenza COVID-19, colpisce il 100% dei nostri prodotti, anche le bevande senza zucchero e non è sostenibile in uno scenario economico e commerciale completamente mutato. Per questo chiediamo al Governo di ripensare alla tassa e aprire un tavolo di confronto per definire misure a supporto del comparto, in questa fase di lento ritorno ad una nuova normalità. E’ il momento di collaborare tutti insieme per un rilancio del tessuto produttivo e distributivo nel Paese, forti anche dei fondi riconosciuti dall’Europa”.

Ingenico presenta la soluzione Smart Self per migliorare i pagamenti nel Vending

Ingenico Group ha annunciato il lancio della nuova soluzione Smart Self, un sistema completo ed evoluto dedicato al settore del Vending e pensato per migliorare l’esperienza di acquisto dei clienti nei sistemi completamente automatici.

Per rispondere alle richieste di soluzioni sempre più complete, Ingenico propone agli operatori del Vending la nuova soluzione di pagamento flessibile e affidabile Smart Self per il Vending, che può essere personalizzata secondo i requisiti specifici di ogni singolo operatore, garantendo nello stesso tempo l'accettazione dei pagamenti e migliorando l'efficienza operativa.

La soluzione, infatti, consente di avere report in tempo reale, una gestione intelligente delle transazioni e un processo di pagamento semplice, rapido e sicuro. L’offerta Smart Self include la nuova gamma di dispositivi Ingenico Self, certificati PCI PTS V5, che garantiscono l’accettazione di tutti i nuovi metodi di pagamento cashless, come i codici QR. I servizi opzionali di gateway sicuri, con il 99,99% di disponibilità della piattaforma, e la possibilità di avere anche servizi di Acquiring avanzati, permettono al nuovo sistema di accettare pagamenti in oltre 20 valute diverse.

Per leggere il comunicato integrale CLICCA QUI

Venerdì 2 ottobre 2020

Radio 24 Media Partner di Venditalia 2021. Ci sarà una postazione ad hoc in fiera.

Venditalia, arrivata alla sua 12esima edizione, in programma dal 10 al 13 marzo 2021, si rinnova e cresce, scegliendo una location ancora più prestigiosa all’interno del quartiere fieristico Milano Rho, idonea ad ospitare in totale sicurezza espositori e visitatori e presenta news, trend e collaborazioni sempre più rilevanti.

Tra le novità dell’edizione 2021 è l’accordo di media partner sottoscritto con Radio24, uno tra i più importanti canali radio nazionali e punto di riferimento del sistema editoriale del Gruppo 24 ORE.

Per l’occasione sarà allestita una postazione ad hoc all’interno dei padiglioni, dove Radio24 seguirà in diretta l’evento e aggiornerà gli ascoltatori durante tutto il suo palinsesto. In occasione della fiera saranno previsti, all’interno delle diverse rubriche della radio, interventi e dialoghi per valorizzare e evidenziare ancora di più i temi di Venditalia 2021, come la sicurezza, la sostenibilità ambientale e l’innovazione.

Non solo. La partnership prevede, nelle due settimane antecedenti la manifestazione, la produzione di un progetto di comunicazione con contenuti ad hoc e spot che copriranno le fasce di maggior ascolto della radio, un’utile e ulteriore vetrina per l’evento, indispensabile per poter coinvolgere nuovi potenziali visitatori e amplificare i valori di un settore in ampia crescita e sempre più trasversale, ormai passato da canale di distribuzione a tecnologia disponibile per qualunque applicazione e mercato.

Venditalia si pone così l’obiettivo di diventare un evento unico, che coinvolge a 360° tutte le aziende presenti sfruttando al meglio gli strumenti di comunicazione per offrire maggiore visibilità a tutta la filiera del vending, presente in manifestazione.

RICICLA QUI bicchiere e paletta! Arriva il nuovo cestino RiVending

L’Educazione degli utenti al corretto conferimento dei rifiuti è la prima fondamentale fase del progetto RiVending e prevede il posizionamento dei cestini nelle aziende coinvolte nel progetto.

Bicchierini e palette del vending sono entrambi realizzati in un unico tipo di plastica: il polistirolo e sono lavabili: i residui di caffè, latte, tè o bevande similari sono infatti facilmente eliminabili, senza alcun tipo di contaminazione, prima del riciclo meccanico che li riporterà ad essere scaglie o granuli di plastica che verranno reimmessi nella produzione.

L’obiettivo del progetto RiVending è quello di trasformare il bicchiere usato in un nuovo bicchiere, creando così nel settore un’efficiente Economia Circolare.

Il nuovo cestino è realizzato con pannelli polionda, un materiale rigido durevole, facilmente lavabile, idrorepellente e insensibile agli agenti atmosferici e chimici. Pur essendo leggerissimo, garantisce un’ottima resistenza ad ogni sollecitazione, grazie alla sua conformazione assorbe gli urti con particolare efficacia. La bassissima concentrazione di metalli pesanti (cadmio, mercurio o piombo inferiore allo 0,001%) lo configura come prodotto idoneo al contatto alimentare, conforme alle legislazioni in vigore nella maggior parte dei paesi europei. Inoltre, è un materiale attento all’ambiente: è riciclabile più volte, impiega pochissimo materiale per garantire un’ottima resistenza (no sprechi) ed essendo molto leggero ha un bassissimo impatto sui consumi da trasporto.

Giovedì 1 ottobre 2020

Covid-19 > Tornano le Ordinanze di contenimento in Campania...

Dopo l'aumento dei contagi in Campania (prima regione in Italia) torna l'incubo del possibile lockdown. Intanto, grazie all''ordinanza appena firmata dal governatore De Luca, con decorrenza immediata e fino al 7 ottobre, dalle ore 22 alle 6 è fatto divieto di tenere in funzione i distributori automatici...

Dopo le difficoltà nella riaperture nelle scuole calabresi è ormai il Sud l'area maggiormente a rischio chiusura d'Italia. Speriamo che l'impatto di queste ulteriori restrizioni non abbia per il vending un prezzo da pagare troppo alto...

Misteri da scoprire. Se sei genovese e non ti scende il resto...

I Social Network sono una miniera inesauribile di news e commenti divertenti, anche per il vending. Segnaliamo questa risposta ad un post che abbiamo anche pubblicato sul nostro profilo Facebook...

OGGI NELL'AREA RISPOSTE DI FANTAVENDING POTETE TROVARE...

1) Comune di Milano
2) Incidenti...

CLICCA QUI PER LEGGERE

VAI AI GOSSIP DI SETTEMBRE 2020

Art&Works S.r.l. Via Alessandro Algardi 13 - 20148 Milano - Italia - tel +39 0248958566 P.I. 04234310961