GOSSIPRISPOSTECOMMENTICHI SIAMOAVATARPRIVACY    
 
 

 

Giovedì 21 febbraio 2019

Eventi vending > Caffè Toscano presenta domani a Taormina i suoi sistemi espresso

Parte domani da Taormina il Raod Show 2019 di Caffè Toscano, brand di riferimento di Grillo Pod Services. Questo evento è dedicata ai gestori di Sicilia e Calabria. Durante l'incontro verranno presentati i due sistemi chiusi "Segni d'Arte" e "Esprexo". Saranno presenti all'incontro anche i partner di grande esperienza che hanno affiancato Caffè Toscano in questi due progetti: SGL (Evoca) e Spinel.

Il Road Show si svolgerà venerdì 22 febbraio nella splendida cornice della Villa Diodoro Hotel (Via Bagnoli Croci, 75, 98039 Taormina ME), dalle ore 10.00 fino alle 16.30 e sarà la prima tappa di un tour che proseguirà a Bari, Roma, Livorno e in Sardegna. Le date e le località per il Nord Italia sono in via di definizione.

Sanzioni sull'alcol. Sui distributori automatici la multa è molto più salata...

Continuano le battaglie in tutta Italia per limitare gi orari di vendita e somministrazione di alcolici. Basandosi sul recente Decreto Legge Sicurezza (14/2017), sono praticamente quotidiane le news che arrivano in redazioniesu sanzioni ai danni di gestori di distributori automatici (negozi H24).
La particolarità delle norme però è il forte sbilanciamento delle sanzioni. Infatti per chi viola i limiti di orario previsti per la vendita e la somministrazione di bevande alcoliche sono previste multe molto diverse. FAcciamo un breve riepilogo:

– Per i pubblici esercizi (dalle 3 alle 6) e per gli esercizi di vicinato (dalle 24 alle 6) è prevista la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 5.000 a euro 20.000.
- Per le violazioni concernenti i distributori automatici (dalle ore 24 alle 7) si applica la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 5.000 a euro 30.000
– Per le aree di servizio sulle autostrade e strade di tipo A, è prevista la sanzione amministrativa pecuniaria da 2.500 a 7.000 euro (dalle ore 22 alle 6).

In pratica vendendo un alcolico da un frigo di un'area di servizio si rischiano 7.000 euro di multa, se lo si vende da un frigo dentro un negozio automatico, la multa è oltre 4 volte tanto. Come mai?

Mercoledì 20 febbraio 2019

Confida fa chiarezza sulle nuove normative sulla plastica. Il parere legale...

Le aziende del settore della distribuzione automatica stanno vivendo un forte disagio per la crescente confusione presente tra clienti e consumatori sul tema delle nuove normative sulla
plastica. Molte Pubbliche Amministrazioni locali, a causa del favore mediatico della tematica, stanno approvando mozioni, ordinanze e regolamenti “plastic free” che talvolta vietano bicchieri e/o bottigliette in plastica utilizzate nel vending in palese contrasto con la normativa nazionale vigente e soprattutto la direttiva europea. “Gli atti adottati e le azioni intraprese dalle Pubbliche Amministrazioni italiane, con i quali viene imposto il divieto di utilizzo e commercializzazione di bicchieri e bottiglie in plastica – spiega l’avvocato Andrea Netti, partner e fondatore dello studio ADR, esperto di diritto amministrativo con una forte competenza nel settore della distribuzione automatica - sono illegittimi non sussistendo alcuna base normativa che preveda tale divieto ed in quanto contrastanti con i contenuti e gli obiettivi della Direttiva UE sulla plastica monouso”.

“Le imprese della distribuzione automatica – spiega il Presidente di CONFIDA Massimo Trapletti – devono aiutare le proprie aziende clienti a conoscere meglio la Direttiva Europea sul Monouso in Plastica, che prevale su qualsiasi legislazione locale italiana in materia di ambiente. La Direttiva UE infatti non vieta assolutamente i bicchieri di plastica del vending e tanto meno chiede di sostituirli con quelli di carta che comunque per contenere le bevande calde devono necessariamente avere al loro interno una pellicola di plastica o di bioplastica. Infine non vieta neanche le bottigliette in plastica ma indica unicamente requisiti specifici di produzione e obblighi di riciclo”.

Per il comunicato stampa integrale CLICCA QUI

Plastica monouso> Confida fa chiarezza, l'Università di Genova fa confusione...

Siamo alle solite... L'Università di Genova lancia la sua sfida green, pubblicando un bilancio di sostenibilità molto ambizioso che "testimonia la volontà dell’Ateneo di porsi in una prospettiva internazionale e locale rafforzando una forma di dialogo con i propri stakeholder per fare dell’Università di Genova un protagonista sempre più attivo del progresso sociale, civile, culturale ed economico della nostra regione”. Ma poi si scopre che l'unico bersaglio sembra essere solo il vending. Infatti il primo intervento sarà sui distributori automatici, con un bando che chiede esplicitamente l'eliminazione della plastica monouso nell'acqua, nelle bevande e negli snack...

Ora viene spontaneo chiedersi, ma può un'università statale mettere al bando dei prodotti come le bottiglie di plastica senza alcuna base normativa?? Non dovrebbe innanzitutto rispettare la legge?

Martedì 19 febbraio 2019

Nestlé lancia una gamma di 24 prodotti a marchio Starbucks...

Nestlé ha pagato ben 7,15 miliardi di dollari il diritto perenne di commercializzare in tutto il mondo i prodotti Starbucks al di fuori dei punti vendita del marchio (ad esclusione delle bevande pronte da bere). Quindi era chiaro che avrebbe cercato di presentarsi sul mercato prima possibile. Nonostante ciò in pochi avrebbero pensato che in soli sei mesi sarebbe stata presentata una gamma di 24 prodotti, tra cui le prime capsule Starbucks sviluppate utilizzando le tecnologie Nespresso e Nescafé Dolce Gusto. Nei prossimi giorni, Nestlé inizierà il lancio globale dei prodotti, tutti realizzati con arabica 100% proveniente da una filiera etica.
Patrice Bula, presidente di Nespresso, ha dichiarato: "I nostri due team hanno svolto un lavoro eccezionale in soli sei mesi, sviluppando una gamma di nuovi caffè premium, realizzati con cura e passione, combinando il knowhow di Nestlé nel caffè e nel sistema con l'expertise di Starbucks in materia di tostatura e miscele. Con Nescafé, Nespresso e Starbucks, Nestlé ha ora il miglior portafoglio di caffè per deliziare i consumatori di tutto il mondo".

Acqua in lattina > San Benedetto presenta le sua versione alla fiera Ho.Re.Ca. di Rimini

Acqua Minerale San Benedetto sta partecipando all’International Horeca Meeting, la principale manifestazione dedicata al canale Horeca. La kermesse, giunta quest’anno alla sua 8° edizione, si chiude oggi alla Fiera di Rimini (16-19 febbraio). In occasione di questo prestigioso appuntamento, l’azienda leader in Italia del beverage analcolico ha esposto le principali referenze e svelerà le novità 2019.
C'era molto interesse per il prodotto "acqua in lattina" e San Benedetto ha messo in mostra la sua versione, nei gusti Naturale e Frizzante.  Il nuovo formato è una lattina Sleek “Single serve” 33cl con un look elegante e prezioso che rimanda agli scintillanti ghiacciai delle montagne dolomitiche, simbolo di purezza e leggerezza. Realizzata completamente in alluminio, la lattina è sicura, pratica, funzionale e 100% riciclabile. Con questo nuovo formato, San Benedetto amplia ulteriormente la vasta gamma di prodotti rispondendo all’alta richiesta di acqua minerale in lattina soprattutto all’estero, mercato in cui l’Azienda si sta sempre più affermando.

Lunedì 18 febbraio 2019

Serim inizierà l’integrazione con Satispay a partire dalla piazza di Milano...

Satispay ha deciso di portare il suo modello di pagamenti anche al settore delle vending machine, annunciando l’avvio dell’integrazione del suo innovativo sistema di pagamento con i distributori automatici. Il primo gestore ad avere identificato l’opportunità è stato Serim che inizierà l’integrazione a partire da Milano.

Dario Brignone, CTO e co-founder di Satispay, ha commentato così il lancio di questo nuovo servizio: "Siamo una tech company e non smetteremo di trovare soluzioni e integrazioni per il nostro servizio fino a che questo ci permetterà di raggiungere il nostro obiettivo ultimo: semplificare la vita delle persone, siano consumatori o esercenti e gestori di beni a pagamento. Dopo l’integrazione con i POS e con tutti i principali software di cassa, portiamo oggi sul mercato una nuova soluzione che consente di rendere smart i distributori automatici, anche quelli non connessi. Il dispositivo che abbiamo sviluppato insieme al nostro partner mcf88 è infatti connesso ad internet in modo indipendente e può essere attivato in pochi minuti per consentire a qualunque distributore automatico di ricevere pagamenti attraverso smartphone".

Il progetto "caffè senza tracce" dell'Università la Bicocca di Milano...

Un gruppo di biologi, scienziati ambientali e sociologi del Dipartimento di Scienze dell’Ambiente e della Terra dell’Università di Milano-Bicocca ha tre particolari passioni: la scienza, il caffè e la sostenibilità. Per questo ha intrapreso una campagna di crowdfunding che contiene esattamente questi ingredienti.
Un piccolo gruppo di undici persone che consuma 5.000 capsule di caffè all'anno e che si è dato come obiettivo:
differenziare le capsule del caffè avviando un sistema di raccolta sperimentale che sia applicabile a realtà come uffici, aziende e università; analizzare in laboratorio eventuali rilasci di nanoparticelle e microplastiche all’interno del caffè; sperimentare formule di riuso del caffè esausto.
Parte dei finanziamenti raccolti con la campagna saranno destinati a installare all’interno dell’Università dei raccoglitori dedicati alla raccolta differenziata delle capsule di caffè. Per separare le capsule dal caffè esausto sarà utilizzato un macchinario, brevettato e fornito da White Star Snc, che ci consentirà di differenziare i rifiuti in modo sostenibile, iniziando un processo di compostaggio del caffè.
Infine, per dare una ricaduta positiva sul territorio, oltre che sull’ambiente, è stata fatta una partnership con il Parco Nord di Milano che utilizzerà il caffè esausto raccolto per fertilizzare l’ Orto Comune Niguarda...

Venerdì 15 febbraio 2019

Eventi vending > Le soluzioni per i gestori nel 2019 da MDS, FAS e CPI...

Il 2019 sarà un anno critico per i gestori, soprattutto su temi di grande attualità come l'iperammortamento e la plastica monouso. Ricevere informazioni chiare ed aggiornate è davvero importante, così come è fondamentale avere anche delle soluzioni concrete da players affidabili...

Proprio per rispondere a queste esigenze dei gestori, MDS Electronics, in collaborazione con FAS e CPI, hanno organizzato il 23 marzo a Milano al Barcelò Hotel in via Stephenson 55, un evento dal titolo "Distribuzione Automatica 4.0 - Le soluzioni per i gestori nel 2019" che darà una visione d'insieme sulle nuove tecnologie e proporrà soluzioni su iperammortamento e plastica monouso...

Anche Fantavending sarà presente all'evento assieme alla nostra sorella maggiore D.A. Italia.

Ingenico Group ha annunciato i risultati dell’anno 2018

Ingenico Group, leader mondiale nelle soluzioni di pagamento elettronico, ha annunciato i risultati dell’anno 2018. Un anno impegnativo con una crescita organica dei ricavi (2,643 miliardi di euro)del 2% e un EBITDA pari a 488 milioni di euro (18,4%).

Nicolas Huss, Amministratore delegato di Ingenico Group, ha commentato: "Come nuovo CEO, sono molto orgoglioso di aver guidato Ingenico, che gode di tecnologie e di una posizione come leader nelle soluzioni di pagamento integrate. Il 2018 è stato comunque un anno impegnativo. Ho valutato i principali problemi affrontati nel 2018 e istituito un nuovo team di gestione esperto e con un profilo internazionale per guidare il riposizionamento dell'azienda. Il Gruppo ha in previsione di raggiungere un EBITDA del 2019 superiore a 550 milioni di euro. Non vediamo l'ora di presentare in dettaglio il nostro nuovo piano strategico durante il Capital Markets Day il 24 aprile".

Giovedì 14 febbraio 2019

Hanno hackerato il caffè! Esultano i "gestori" a 25 centesimi...

Grandi notizie dagli Stati Uniti per i gestori nostalgici che hanno l'ossessione compulsiva di spendere il meno possibile per il caffè. La start up americana "Atomo" ha infatti inventato una bevanda al caffè senza utilizzare nemmeno un chicco! Il team dell'azienda è riuscita, applicando l'ingegneria inversa al caffè e analizzandolo molecola per molecola, ad individuare le caratteristiche che gli conferiscono l'aroma, il colore e il gusto e le ha sostituite con sostanze sostenibili di origine vegetale. Quando si scherzava sul fatto che il sogno di alcuni operatori era quello di usare le lenticchie al posto del caffè, così da spendere meno, diventa così una realtà...

Spero che i "gestori a 25 centesimi" comprendano la provocazione. Perché il settore del vending sta facendo (da anni e a tutti i livelli) un grandissimo lavoro sulla qualità dei prodotti e del servizio. Questo è un valore comune che va tutelato in ogni modo e non è possibile che troppo spesso per colpa di pochi, debbano pagare la ricaduta sull'immagine di settore, i molti che ogni giorno investono sulla qualità...

Caffè solidale Cda > Nel 2018 sono state 900 le adesioni all’iniziativa...

Il progetto di fundraising “Caffè Solidale” promosso dalla Cda di Talmassons, ha raggiunto le 900 adesioni nel 2018 raccogliendo molte donazioni, raddoppiate dall’azienda con risorse proprie, in favore dell'associazione “La Viarte” di Santa Maria La Longa. I proventi totali della raccolta fondi, 1.800 euro, sono stati consegnati ieri, lunedì 11 febbraio, da Fabrizio Cattelan all’associazione.

L’opera salesiana La Viarte è un’associazione di volontariato che dal 1983 fa della cura dei giovani, destinatari e protagonisti della sua missione educativa, la sua ragion d'essere. "Siamo molto grati alla CdA per averci coinvolto in questa iniziativa di responsabilità sociale d'impresa volta ad aiutare la nostra associazione", ha dichiarato don Vincenzo Salerno, direttore de La Viarte. "Intendiamo adoperare anche questa offerta per il bene dei ragazzi della nostra comunità e di quelli coinvolti nelle altre nostre attività; in particolare ci stiamo concentrando sullo sviluppo delle attività professionalizzanti e di inserimento lavorativo per i giovani che sono in difficoltà nei circuiti scolastici ordinari".

Mercoledì 13 febbraio 2019

Le nostre iniziative > L'appello di Fantavending per tutelare l'ambiente!

Ogni mattina riceviamo numerose mail che finiscono con un messaggio scritto in verde. Se il messaggio è scritto in nero, allora è preceduto da un logo particolare (una foglia, un albero o un boschetto) che precede l'immancabile frase: "Pensa all’ambiente – Non stampare questo messaggio se non è necessario" oppure "Salva un albero, non stampare questa mail"... La Pubblica Amministrazione ne va matta e diverse Istituzioni che hanno a che fare con l'ambiente, inseriscono la frase in automatico. Addirittura il Vice Premier Luigi Di Maio, Ministro del Lavoro e leader del Movimento 5 Stelle, la fa inserire nelle mail che spedisce la sua segreteria (immagine qui sotto).

Alla luce di tutto ciò, facciamo un appello a tutti i gestori.

APPELLO DI FANTAVENDING

Scrivete in fondo alle mail che inviate ai vostri clienti. "Salvate un albero. Non usate le palette di legno". Oppure "Rispetta l'ambiente non usare il bicchiere di carta se non necessario"...

Appalti news > Politecnico di Milano. Al via la lotta a cinque per l'aggiudicazione...

Non c'è solo il Comune di Milano a fare notizia in Lombardia. E' infatti partita la lunga corsa per l'aggiudicazione di uno dei mega appalti più ambiti del Nord Italia: Il Politecnico di Milano. Il bando si riferisce a tutte e 7 le sedi dell'Ateneo, suddivise in 5 differenti lotti. Tre gruppi, un grande gestore e un gestore di medie dimensione, si contenderanno i 385 distributori dedicati alla pausa automatica di circa 30.000 studenti e 4.000 docenti e personale amministrativo.

Il fatturato presunto della mega locazione (5 anni + 2) è di 13,7 milioni di euro e quindi possiamo capire l'interesse dei gestori. Poi però abbiamo con attenzione il Bando e possiamo tranquillamente affermare che non capiamo per nulla l'interesse dei gestori. Vi terremo informati sugli sviluppi...

Martedì 12 febbraio 2019

Breaking News > Colpo di scena. Il Comune di Milano è stato riassegnato a Serim...

Ieri pomeriggio era in calendario la seduta pubblica per l'affidamento in concessione del servizio di somministrazione di alimenti e bevande mediante distributori automatici da installare negli uffici dell'Amministrazione Comunale di Milano. La gara (quasi 8 milioni di euro di valore) agli inizi di dicembre era stata assegnata a Gruppo Argenta, ma, secondo alcune indiscrezioni giunte a Fantavending, pare gli siano state contestate alcune voci di costo ed il servizio sia stato assegnato alla seconda arrivata (Serim). Ora Argenta ha un mese di tempo per presentare ricorso. La trama s'infittisce, anche perché il Gruppo che serviva la struttura (Union) aveva fatto immediato ricorso contro l'esclusione... Vi terremo informati sugli sviluppi e su chi la spunterà alla fine, anche se oggi Serim ha fatto un passo importante verso la meta...

Parte il rilancio di Caffè Mauro e per i suoi 70 anni punta alle caffetterie...

Caffè Mauro ad aprile festeggerà i 70 anni di attività e sarà un compleanno felice, visto che qualche settimana si è chiuso il percorso di risanamento intrapreso circa 10 anni fa da Fabrizio Capua, presidente e amministratore delegato della torrefazione. La famiglia Capua aveva investito in Caffè Mauro dopo aver ceduto al gruppo Coca Cola la Socib di Reggio Calabria, storica azienda imbottigliatrice con 5 stabilimenti e 600 dipendenti.

Il nuovo piano industriale partirà dallo sviluppo all'estero e dall'intenzione di avviare una catena di caffeterie, partendo da Milano, come ha recentemente fatto Starbucks. Il vending ha un buon peso sul fatturato di Caffè Mauro, vedremo come si muoverà nei prossimi mesi anche su questo fronte...

Lunedì 11 febbraio 2019


LUTTO NEL MONDO DEL VENDING

Venerdì sera è venuto a mancare Giorgio Albiero, uno dei pionieri della distribuzione automatica italiana.
Aveva iniziato la sua attiv
ità nel 1966 fondando la torrefazione “Caffè Albiero” che 5 anni dopo si evolveva in una società di gestione vending. Oggi il Gruppo Albiero è una delle principali realtà del Nord Est e raggruppa aziende come Serenissima Distribuzione (Punto Ristoro), Albiero Distributori e Veneta Ristorazione, molto note nel nostro settore.

Le più sentite condoglianze da parte dello staff di Fantavending.

Informiamo la community del vending che i funerali di Giorgio Albiero di terranno domani, martedì 12 febbraio a Brogliano (VI) alle ore 15.30.


 

Ravenna è la prima città italiana a modificare il modello di business dell'automatico...

La principale caratteristica ed elemento fondante del canale della distribuzione automatica e la possibilità di vendere un bene ad un cliente senza la presenza di un operatore. Anzi è proprio la possibilità di operare attraverso dei punti vendita non presidiati, che ha dato l'attribuzione "automatico" al distributore vending.
Ebbene, ci hanno dato tante mazzate e ci hanno tolto molte cose negli anni, ma questa caratteristica eravamo ragionevolmente convinti non ce la avrebbero mai contestata... Ovviamente sbagliavamo.
A Ravenna, in un'area piuttosto vasta, sono stati infatti  vietati con specifica Ordinanza i distributori automatici senza personale... In specifico: "Gli esercizi di vendita ed erogazione al pubblico di alimenti e bevande tramite apparecchi automatici situati nella zona della stazione di Ravenna hanno tempo fino al 5 marzo per adeguarsi alla prescrizione di dotarsi della costante presenza, durante l’intero arco orario di esercizio, di personale incaricato del presidio e della sorveglianza dei vani".
Facciamo un esempio. Un negozio automatico aperto H24, per mantenere gli orari dovrà dotarsi di 3 addetti che coprono turni di 8 ore al giorno e, questo solo per i 5 giorni feriali, per i festivi ci saranno da considerare gli straordinari e probabilmente almeno un altro addetto a rotazione... Così ad occhio, il conto economico non starà in piedi...

Caffè Borbone lancia sul mercato le nuove capsule compatibili Dolce Gusto...

Caffè Borbone ha lanciato sul mercato la nuova capsula compatibile Dolce gusto miscela Blu (già disponibile all'interno del suo portale e-commerce). La torrefazione napoletana, dopo una lunga fase di test, ha quindi deciso di accettare la sfida del formato probabilmente più difficile del mondo delle capsule, segno che si sente sicura della resa in tazza del suo prodotto. Fonti interne all'azienda ci hanno anticipato che il lancio della compatibile Dolce Gusto sarà accompagnato da particolari promozioni. Vi terremo informati...

Venerdì 8 febbraio 2019

I Grandi Gruppi del vending italiano secondo l'analisi di Vending Press & Cerved...

Sarà pubblicata tra pochi giorni su Vending Magazine la classifica dei Grandi Gruppi del vending, studio che completa l'analisi delle Top 100 del vending italiano, già diffusa nelle scorse settimane (clicca qui).
Nel 2017, il fatturato da somministrazione dei Grandi Gruppi italiani del Vending è stato di € 1.079.239.957. Si tratta un dato superiore del + 5,8% rispetto al 2016 e il più alto di sempre dal 2002, prima edizione dello studio. Come lo scorso anno, le realtà del Vending definibili come “Gruppo”, in base ai parametri decisi da VM e Cerved, sono state 12.

L'analisi già pubblicata da Vending Magazine sulle Top100 ha visto per la prima volta l'inserimento di un'interessante appendice che riguarda le rivendite. In questa prima analisi sono state considerate solo le realtà del comparto che risultavano associate a Confida a far data il 30 ottobre 2018 (aziende che rappresentano i due terzi del mercato).
Il fatturato cumulato 2017 per le 21 aziende comprese nell’analisi è stato pari a 171.632.343 €, a cui corrisponde un fatturato medio di 8.172.969, in aumento del 4,3% rispetto al 2016 per lo stesso campione di aziende.

 

Food Delivery sempre più concorrente del vending... Colazioni al +349%

Prosegue implacabile la crescita del food delivery, il dato emerge con chiarezza dal Delivery Report 2018 di Glovo, APP internazionale di consegna a domicilio presente con i suoi oltre 5.000 partner in dodici città italiane. Dall'analisi degli ordini degli utenti non c'è solo la classica pizza o il sushi recapitato a casa. Infatti a sorpresa segna un incredibile crescita la colazione, sempre più ordinata a domicilio. Nel 2018 ha segnato un +349% rispetto all'anno precedente.
Staremo a vedere se il trend continuerà e avrà incidenza persino sulle colazioni tipicamente consumate al lavoro...

Giovedì 7 febbraio 2019

I turisti cinesi potranno utilizzare le vending machine di IVS con Alipay...

A partire dal capodanno cinese, i turisti asiatici potranno utilizzare l'applicazione mobile Alipay  (Gruppo Alibaba)  anche sulle vending machine di IVS Group. Grazie al recente accordo tra le due società, Alipay ha integrato le sue modalità di acquisto mobile con i sistemi di pagamento di IVS, che già oggi permettono ai clienti dotati dell’applicazione CoffeecApp di acquistare al distributore automatico inquadrando un QRCode dal proprio cellulare.
Le due società inoltre collaboreranno per stimolare l'uso dei prodotti distribuiti tramite le vending machine di IVS da parte dei turisti cinesi attraverso iniziative di mobile marketing e promozione sull'app Alipay.
IVS ha dichiarato che: "Grazie all'accordo con Alipay, il Gruppo si apre anche ai pagamenti da parte di utenti provenienti dai mercati asiatici. Siamo entusiasti di essere i primi in Italia ad avere attivato Alipay nel mondo della ristorazione automatica, a dimostrazione della strategia di innovazione e internazionalizzazione a sostegno della crescita del gruppo".

Paytec > cresce l'attesa per evento di presentazione di OPTO ad Ostuni Marina..

E' in calendario per il 12 febbraio alle 10.30, il primo evento in Italia per la presentazione di Opto, nuovo sistema di pagamento digitale di Paytec. L'incontro con il titolo "OPTO - At the speed of light" si svolgerà presso il Grand Hotel Masseria Santa Lucia di Ostuni Matina (BR). L'evento sarà l'occasione per provare sul proprio smartphone OPTO e per visionare tutta la gamma dei prodotti Paytec.
La tecnologia OPTO sfrutta la luce degli smartphone per generare un gettone dinamico sotto forma di segnali luminosi a diverse frequenze che vengono inviati ad un lettore ottico installato sul distributore automatico. In questo modo si possono effettuare pagamenti sicuri con qualsiasi telefonino, superando la tecnologia NFC (non disponibili su tutti gli smartphone).

Per maggiori informazioni CLICCA QUI

Mercoledì 6 febbraio 2019

Tolleranza zero in Spagna. Due anni di carcere ad ex ARD che rubava gli incassi...

La situazione dei furti nei distributori in Italia la conosciamo purtroppo bene, come è molto frequente una certa tolleranza nei confronti dei ladri, perché in diversi casi viene riconosciuta la tenuità del danno e in altri più gravi, quasi mai si arriva ad una pena detentiva reale. In Spagna il clima sembra diverso, visto che un ARD sorpreso ad utilizzare una chiave master per svuotare i distributori (dopo aver smesso di lavorare per la gestione si era evidentemente tenuto la chiave), oltre a rifondere tutti i soldi alla società di gestione, valutati in circa 5.000 euro, ha patteggiato per ben 24 mesi di carcere...

EVOCA Group presenta il nuovo portale e-commerce...

IIl Gruppo EVOCA annuncia l’apertura di un nuovo portale unificato per la vendita di ricambi e accessori Genuine relativi ai brand Necta, Saeco, Gaggia Milano, Wittenborg, Ducale e SGL. Il nuovo e-commerce (ecommerce.evocagroup.com) è online da venerdì 1 febbraio 2019.
Di proprietà di Evoca Group, il nuovo sito ricambi offre, tramite un’interfaccia semplice e intuitiva, una documentazione tecnica dettagliata di tutta la gamma, in costante aggiornamento e allineata agli sviluppi di prodotto, così da permettere al cliente di avere sempre visione dell’ultima versione presente sul mercato.
Tra le funzionalità presenti trova spazio una tavola interattiva, una modalità unica sul mercato che permette di selezionare e visionare facilmente il componente d’interesse. Per ogni tavola è possibile, tramite il semplice passaggio del mouse, visualizzare direttamente la schermata contenente tutte le informazioni relative al prodotto quali: fotografia, descrizione, disponibilità, prezzo ed eventuali note aggiuntive. Inoltre, il cliente è informato in diretta sulla disponibilità dei prodotti.
Il sito è stato realizzato grazie all’utilizzo delle tecnologie più sicure e affidabili offerte attualmente dal mercato, con una grafica chiara, pulita e moderna. Ottimizzato per i dispositivi mobili, è stato progettato con la tecnica “responsive”, per riconoscere automaticamente il dispositivo utilizzato dall’utente.
Alcuni ricambi selezionati presenti sulla piattaforma, inoltre, possiedono un’indicizzazione su Google, così che chiunque ricerchi un accessorio per un prodotto a marchio Necta, Saeco, Gaggia Milano, Wittenborg, Ducale e SGL possa essere immediatamente indirizzato al sito di ricambi ufficiale di Evoca Group.
Evoca ID è la nuova porta di accesso all’area riservata comune al sito corporate di Evoca Group, completamente rivista sia nell’impostazione grafica sia nella funzionalità, che consente un’immediata gestione dei propri dati personali. La registrazione al portale avviene infatti tramite una procedura semplice e veloce. Ogni cliente, dopo aver effettuato l’accesso, ha la possibilità di visualizzare i prezzi, le promozioni e il proprio storico ordini.
Le certificazioni tecniche e di sicurezza sono garantite solo con l'utilizzo di ricambi e accessori Genuine forniti direttamente dal gruppo. L’azienda ha deciso di realizzare questo nuovo sito ricambi per poter fornire uno store ufficiale unificato, offrendo al cliente la migliore esperienza d’acquisto possibile.

Martedì 5 febbraio 2019

Il "salto quantico" di IVS su Radio 24. Ecco i progetti futuri dei bergamaschi...

Domenica pomeriggio su RAdio24 è andata in onda un'interessante puntata della trasmissione "2024: come la tecnologia ci cambia la vita" condotta da Enrico Pagliarini. In studio l'AD di IVS Antonio Tartaro che ha illustrato i progetti futuri del grande gruppo di gestione in relazione all'acquisizione di Moneynet, società specializzata nell’erogazione di servizi di monetica e di pagamento autorizzata dalla Banca d’Italia.
Lo scenario che si prospetta è un vero "salto quantico" per il vending, con distributori che diventano punti vendita dove convertire la moneta metallica (e le banconote di piccolo taglio) in moneta digitale utilizzabile per qualunque tipologia di acquisto. Per ascoltare l'intervista CLICCA QUI (dal minuto 10:27).

Vittima del ristorno. 240 distributori della metropolitana di Madrid saranno ritirati...

I 240 distributori automatici del lotto 1 della metropolitana di Madrid, saranno ritirati per inadempienza, ne dà notizia una fonte di stampa spagnola (clicca qui). Oltre al ristorno, il gestore doveva corrispondere una commissione variabile del 15% dell'incassato... Interessanti le sue dichiarazioni rilasciate ai media: "E' una rovina avere le macchine nella metropolitana, nonostante i prezzi alti, i conti non tornano".
Finirà così l'avventura del bando 2017-2020, dopo che per diverse settimane i distributori erano rimasti desolatamente vuoti. Ovviamente si ripartirà con una nuova gara. Speriamo che a questo giro prevalga il buon senso...

Lunedì 4 febbraio 2019

Ospedale di Caserta > Assolto in appello anche l'ex direttore generale...

La vicenda dell'Ospedale di Caserta, che tanto rumore aveva fatto nel vending, è stata completamente ribaltata in appello. Non ha retto la ricostruzione della Procura di Napoli (DDA), sull'affidamento per la gestione di 26 distributori automatici di cibi e bevande, che aveva portato alla condanna dell'allora direttore generale dell'Azienda Ospedaliera di Caserta, Francesco Bottino, per il reato di turbata libertà di scelta del contraente negli appalti pubblici con l'aggravante mafiosa. La prima sezione della Corte di Appello di Napoli lo ha assolto con formula piena, "perché il fatto non sussiste". Il vending esce così completamente di scena (dopo le assoluzionei del 2016) da quello che la stampa locale aveva ribattezzato come "l'ospedale della camorra" e dall'infamante accusa di aver favorito un noto clan.

Mondo Manager > Giuliana Mantovano nuovo direttore marketing di Coca-Cola Italia

Giuliana Mantovano è stata  nominata alla guida del team che gestisce le strategie di marketing e comunicazione di The Coca-Cola Company in Italia e in Albania. 16 anni di esperienza in diverse realtà del food&beverage, Mantovano arriva in Coca-Cola dopo due anni Kraft Heinz Italia dove, sempre con il ruolo di direttore marketing, si è occupata dei sette brand del gruppo, tra i quali Heinz e Plasmon.
Il suo percorso professionale ha preso il via in Accenture, dove è entrata subito dopo la laurea in Economia, per poi proseguire in Mondelez International, dove per 14 anni ha gestito marchi quali Sottilette, Jocca, Tuc e Caffè Hag, per il mercato italiano. Dopo un’esperienza internazionale di due anni come marketing manager Gum per il brand Trident per i mercati di Spagna e Portogallo, dal 2013 al 2016 è tornata in Italia come marketing manager per i brand dell’azienda nel segmento degli snack salati, lavorando a diversi progetti, tra i quali il lancio della nuova strategia di comunicazione di Fonzies.

Venerdì 1 febbraio 2019

La GDO ci riprova! Inserita un'area vending nei supermercati DORO...

Ci segnalano da diversi giorni un format del Gruppo Soregross all'interno dei Supermercati DORO di La Spezia, che strizza gli occhi al vending. Gli amici della grande distribuzione ci hanno sbattuto la testa ormai innumerevoli volte, ma ogni tanto ci riprovano... Questa volta però l'area vending è all'interno del punto vendita e almeno c'è una macchina del caffè gestita da un'azienda del settore, una formula che finalmente ha buone chance di funzionare davvero.
Poi è previsto un piccolo banco dotato di microonde per scaldare i piatti pronti acquistati direttamente nel punto vendita, esperimento già provato da altre catene (CRAI a Milano ad esempio) con risultati molto deludenti.
A nostro avviso, fare un accordo con un gestore per offrire un servizio in più alla clientela è una buona idea, creare dei minimarket virtuali con microonde, molto meno. Almeno una su due l'hanno azzeccata...

Grazie al vending è possibile fare il Cammino di Santiago anche in inverno...

Il Cammino di Santiago è l'itinerario simbolo di tutti i cammini, con strade dichiarate Patrimonio dell'umanità dall'UNESCO. Raggiungere il Santuario di Compostela dopo almeno 100 chilometri a piedi (il percorso totale è di 800 Km.) dà diritto al diploma di pellegrino. Nonostante l'incredibile afflusso di pellegrini (320.000 nel 2018), nei 3 mesi invernali il Cammino è completamente deserto. E' ovvio che c'è da aspettarsi una robusta diminuzione dei flussi, ma la cessazione quasi completa no. Per ovviare a questa situazione, molti degli ostelli sono aperti anche in inverno e in vari punti lungo i sentieri, anche in campagna o in mezzo a un bosco, sono stati installati distributori automatici di caffè e snacks. Il vending è veramente un canale universale...

 

VAI AI GOSSIP DI GENNAIO 2019

Art&Works S.r.l. Via Marcantonio Colonna 15 - 20149 Milano - Italia - tel +39 0248958566 P.I.04234310961