GOSSIPRISPOSTECOMMENTICHI SIAMOAVATARPRIVACY    
 
 

 

Giovedì 21 Gennaio 2021

L’espansione del Gruppo Sogedai. Come cambiano gli equilibri nel vending

Il 2021 è partito con il botto. L’ingresso di Serim in Sogedai è un’operazione inattesa ed epocale, di dimensione tale da mutare gli equilibri di settore.
Inoltre, per la prima volta si fa strada l’idea di un gruppo integrato di grandi dimensioni, che costruisce le macchine, produce gli accessori, gestisce in proprio la torrefazione del caffè, ha i solubili e possiede alcune rivendite.

• Dal lato gestioni, in pochi anni si è creato un gruppo da 120 milioni di euro di fatturato che opera in quasi tutto il centro/nord Italia.
• Dal lato rivendite, oltre a Supermatic si è aggiunta Esperia, storica rivendita lombarda.
• Dal lato prodotti, Sogedai è ovviamente integrata con il Gruppo Gimoka per il caffè e per i solubili, vista l’acquisizione a fine 2019 di Univerciok.
• Dal lato costruttori, da settimane arrivano voci di accordi di partecipazione con Manea e Carimali (freddo e caldo).

E’ del tutto evidente che cambierà la storia della filiera del vending e, come sempre accade in questi casi, si incasinerà la geografia. E’ per questo che questi ultimi mesi verranno ricordati come il periodo dell’azione, ma probabilmente i prossimi saranno ricordati come quelli della reazione.

Per anni ci sono state aspre risposte di mercato al fenomeno dei genditori (gestori/rivenditori), possiamo supporre che dei gendiproducostruttori, facciano davvero saltare il banco.

Indipendentemente da cosa ne pensate, restate connessi a Fantavending. Il periodo sarà ricchissimo di gossip, news e spunti creativi… e noi saremo come sempre in prima linea.

Ad ogni bevanda il suo bicchiere: Necta presenta Multicup...

Necta, brand di Evoca Group, presenta Multicup, il rivoluzionario sistema di erogazione dei bicchieri, dotato di ben 5 colonne rotanti differenti che permette di distribuire fino a 5 formati diversi di bicchieri.

Il mercato è sempre più complesso e competitivo, gli operatori necessitano di nuovi metodi per incrementare le vendite e per diversificare l’offerta, adattandola alle attese dei consumatori. I consumatori richiedono una migliore esperienza presso il distributore automatico. Multicup risponde alle esigenze di tutti, garantisce una maggiore possibilità di scelta, un’ottima presentazione delle bevande e la giusta tipologia di bicchiere, aumentando così la qualità percepita e competere con i nuovi attori come i coffee shop.

Necta, grazie a Multicup, presenta un nuovo concetto di distributore in cui l’esperienza premium del consumatore viene messa al primo posto. Con Multicup i distributori automatici Opera e Concerto potranno disporre di 5 colonne di bicchieri.

La possibilità di erogare bicchieri differenti per dimensione, materiale e grafica, permette all’operatore di impostare l’abbinamento bicchiere-bevanda per ogni singola selezione. Ciò garantisce un aumento di qualità e un miglioramento dell’esperienza percepita dal cliente che ha così la possibilità di godere pienamente la propria bevanda. Questa nuova e migliorata esperienza, inizia dalla selezione e si conclude con la perfetta erogazione, quando al consumatore viene servita la specifica bevanda nel corretto formato di contenitore, dal bicchierino per l’espresso alla cup di carta premium per il cappuccino.

L’operatore, che potrà proporre un miglioramento della presentazione in tazza del prodotto e la possibilità di erogare bevande extra large apprezzerà in particolare la compatibilità della torretta con prodotti compostabili e più eco-sostenibili. Un’ottima leva per conquistare le locazioni più attente alle tematiche ambientali. Inoltre, la capacità aumentata della singola colonna e la conseguente riduzione delle necessità di caricamento sono due considerevoli vantaggi garantiti dall’innovativa soluzione di Necta.

Rispetto a un sistema tradizionale Dual Cup (2 torrette con bicchieri differenti), Multicup è molto più compatto e flessibile. Infatti, è possibile riconfigurare il sistema modificando il diametro di ogni singola colonna direttamente in loco. Multicup è la nuova soluzione ideata da Necta per consentire una piena esperienza premium per il consumatore.

     

Mercoledì 20 Gennaio 2021

Credito d’imposta al 50% per i beni strumentali nuovi (ex impresa 4.0)

Come era ampiamente atteso, la legge di bilancio (30 dicembre 2020, n. 178) ha previsto che a tutte le imprese residenti nel territorio dello Stato che effettuano investimenti in beni strumentali nuovi destinati a strutture produttive ubicate nel territorio dello Stato, a decorrere dal 16 novembre 2020 e fino al 31 dicembre 2022, ovvero a determinate condizioni entro il 30 giugno 2023, è riconosciuto un credito d'imposta del +10% rispetto alla legge di bilancio 2020.

Per il vending, in caso di distributori automatici interconnessi, il credito d'imposta 2021 è riconosciuto con le seguenti aliquote:

•50% del costo per la quota di investimenti fino a 2,5 mln di euro ;
•30% del costo per la quota di investimenti superiori a 2,5 mln e fino a 10 mln di euro
•10% del costo per la quota di investimenti superiori a 10 mln di euro e fino a 20 mln di euro (nel 2020 il tetto di spesa era fissato a 10 mln di euro).

Gli attacchi alla plastica monouso non hanno alcuna base normativa...

Il TAR del Veneto, con una sentenza pubblicata l'11 gennaio, ha dato definitivamente ragione a Federazione Gomma Plastica e Isap Packaging, ricorrenti contro l'ordinanza del Comune di Verona che imponeva "l'utilizzo di posate, piatti, o altro contenitore/recipiente, cannucce, mescolatori per bevande monouso in materiale biodegradabile o compostabile per la somministrazione e la distribuzione a qualsiasi titolo di alimenti e bevande". La violazione avrebbe comportato una sanzione da 25 a 500 euro.

il TAR ha accolto il ricorso poiché: "L’atto impugnato, in quanto privo di idonea base normativa, non essendo rinvenibile al momento dell’adozione dell’ordinanza gravata alcuna fonte normativa europea vincolante e ferma restando, per altro verso, la competenza dello Stato ad adottare le misure di recepimento di normative europee, si rivela dunque illegittimo, e deve, pertanto, essere annullato".

La cosa incredibile è che nell'ordinanza del Comune di Verona non era nemmeno citata una fonte normativa, avevano agito per "sentimento" e non per legge...

Martedì 19 Gennaio 2021

LUTTO NEL MONDO DEL VENDING

Ieri mattina è venuto a mancare Marino Carbonari, storico gestore marchigiano.
Nel 1968 installa la sua prima macchina del caldo, una Faema alla SIP di Macerata.
Come molti pionieri di questo settore, parte da un’esperienza professionale in Coca-Cola, ma già nel 1975 decide di dedicarsi esclusivamente al vending.
Quattro anni più tardi dopo fonda con il fratello Mario la M.C.M di cui diventa Presidente e A.D. fino alla cessione dell’azienda a Liomatic.

Lo staff di Fantavending esprime le più sentite condoglianze al figlio Lorenzo e a tutta la famiglia.


 

Campagna vaccinale > Perfetti Van Melle dona i suoi prodotti al personale sanitario

In molti ospedali iè iniziata la campagna vaccinale per sconfiggere il Covid-19 e Perfetti Van Melle cerca di far sentire la propria vicinanza al personale sanitario che si sta dedicando a questo importantissimo compito.

Ecco alcune immagini scattate nell'Ospedale di Busto Arsizio (Varese), durante le pause tra un'iniezione e l'altra.

QSAVE ELKEY si trasforma in Società per Azioni e investe nel futuro

In un momento di crisi drammatica per quasi tutti i mercati, grazie ad un percorso mirato iniziato dieci anni fa e che ha portato due aziende con 30 anni di esperienza, una nel mondo delle transazioni nella ristorazione collettiva e l’altra nel mondo del cashless nel vending ad unirsi, la QSAVE ELKEY scommette sul futuro diventando S.p.A. con un aumento del capitale sociale a € 500.000,00 e l’ampliamento della sede operativa di Torino in uno stabile più funzionale alle esigenze di crescita aziendali. Antonino Cuttonaro che rimane la figura di riferimento aziendale ricopre oggi la funzione di Presidente;

"L’inizio di un anno porta sempre a riflettere sul passato e sul futuro, questi due periodi ben definiti di tempo possono suscitare stati d’animo e sensazioni molto forti. Pensando al passato c’è molta gratitudine verso tutti coloro che hanno fatto parte della nostra vita lavorativa, compagni fedeli che hanno affrontato insieme a noi i momenti difficili e che non si sono tirati indietro quando la salita è stata più faticosa: arrivati in cima hanno potuto provare con noi la soddisfazione di un successo, il raggiungimento di un traguardo. Mi piace paragonare l’azienda ad una nave ma non da crociera, immagino un bel vascello della Marina Militare vera scuola di vita dove tutti hanno un compito, mettono a disposizione degli altri la loro esperienza ma continuano al tempo stesso ad imparare dovendo affrontare gli imprevisti del viaggio in un mare non sempre prevedibile, e poi c’è anche il rimessaggio che non è un lavoro indifferente ma il risultato provoca sempre meraviglia nell’osservarne il risultato. Così in questi primi giorni dell’anno la nostra società si presenta con una nuova veste: trasformata in società per azioni, con un capitale più che raddoppiato; una struttura più snella e performante, obbiettivi chiari e ambiziosi. Interessante la sfida, invariato l’entusiasmo e tanta la voglia di lasciarsi alle spalle un periodo incerto e preoccupante; QSAVE ELKEY è pronta con il suo staff ad ascoltare il cliente, collaborare con il fornitore, premiare il dipendente ed il collaboratore per un viaggio come sempre affascinante e divertente: per un futuro diverso e migliore"

Lunedì 18 Gennaio 2021

Il cartello...

Nel gennaio del 2020 si sono riscontrati primi due casi di Coronavirus in Italia. Si trattava di due turisti cinesi in visita a Roma. La notizia fa dichiarare al presidente del Consiglio Giuseppe Conte l'emergenza sanitaria nazionale. Qualche settimana dopo iniziano a comparire sui balconi delle case il cartello #andratuttobene.

Ad un anno di distanza, rispondiamo anche noi con un cartello dedicato al vending...

CONFIDA > VENDING SOSTENIBILE: NUOVA BROCHURE E ATTIVITÀ SOCIAL

Sul sito di CONFIDA è stata pubblicata la nuova brochure del progetto Vending Sostenibile che sarà oggetto anche di comunicazione sui profili social dell’associazione. La brochure è un’ulteriore strumento per comunicare la sostenibilità del nostro settore e le buone prassi delle imprese associate a CONFIDA che sono inserite nell’area del sito dell’associazione dedicata al progetto “Vending Sostenibile”.


Il Progetto Vending Sostenibile, creato da CONFIDA nel 2014, ha anche dato vita ad una specifica Commissione che si impegna ad approfondire e promuovere le tematiche della sostenibilità nella distribuzione automatica a cui possono partecipare tutte le aziende associate interessate al tema.


Venerdì 15 Gennaio 2021

Dal 4 luglio oltre 4 miliardi di palette vending in plastica saranno messe al bando!

E’ stato recentemente pubblicato da Confida uno studio di settore che stima il mercato delle palette vending in Italia in oltre 4 miliardi.

Forse non è ancora chiaro ai gestori che dal 4 luglio saranno messe al bando! Analizzando il testo della legge europea, anche le palette in bioplastica rientrano nella normativa.

QUINDI COSA UTILIZZIAMO PER MESCOLARE IL CAFFE’??

Le palette in legno coprono solo l’1% del fabbisogno e se non sono di qualità hanno degli oggettivi problemi. In qualunque caso non se ne trovano 4 miliardi in pochi mesi.
Lo sappiamo che ci sono tanti problemi in gestione, ma credeteci, questo va risolto quanto prima…

Rhea Vendors Group è pronta all’evoluzione verso il New Retail (tecnologia 5G)

La tecnologia 5G è in grado di abilitare tutta una serie di applicazioni innovative quali la mobilità connessa, la medicina a distanza, la robotica collaborativa, la gestione in tempo reale delle città intelligenti. Anche i settori del food e del fashion, di cui l’Italia è simbolo di eccellenza, subiranno una rivoluzione con il 5G, e molte delle soluzioni così dette di “smart retail” entreranno nell’ordine del giorno, aprendo a esperienze di acquisto sempre più personalizzate e omnicanale.

Rhea sta già lavorando con i principali partner tecnologici leader nel 5G per sviluppare soluzioni che, sfruttando le prestazioni della nuova banda a bassa latenza, offriranno grandi opportunità per il settore del vending, e non solo per la distribuzione automatica del Food&beverage. Questa evoluzione del vending riguarda il retail, gli spazi di co-working fino, più in generale, tutte le soluzioni di distribuzione automatica che caratterizzeranno le città del futuro.

“Rhea è impegnata da anni in soluzioni che oltrepassano i confini tradizionali del vending. laRhea goes Coffee Shop, ad esempio, è un concept che abbiamo lanciato l’anno scorso che può essere declinato per qualsiasi ambiente e tipologia di consumatore grazie all’elevata possibilità di personalizzazione. Creare dei corner di distribuzione automatica all’interno di un negozio fisico, o nei più moderni complessi residenziali e commerciali, significa aggiungere valore al servizio quando la qualità del prodotto e il design della macchina rispecchiano, o a volte superano, le aspettative del target a cui ci si rivolge. Senza dimenticare che già nel 2015 abbiamo sperimentato il riconoscimento biometrico, che ha visto la macchina diventare un punto di comunicazione assolutamente innovativo. Il 5G ci consentirà di esplorare e integrare sulla macchina nuove esperienze multisensoriali e di cross-selling, come ad esempio succede già in Cina” commenta Andrea Pozzolini, CEO di Rhea Vendors Group.

Per il comunicato stampa integrale CLICCA QUI

Giovedì 14 Gennaio 2021

Non è finita! Prorogato lo stato di emergenza fino al 30 aprile...

Ricordate il Premier Conte quando a fine ottobre, nel pieno della seconda ondata, aveva indetto una conferenza stampa in TV esclamando: "Chiudere adesso per non chiudere tutto a Natale"?

Ebbene ieri, assieme al suo Governo, ha in pratica deciso di "Chiudere adesso per non chiudere tutto a Pasqua". Non critichiamo certo la decisione di proteggere la salute dei cittadini, ma ce la prendiamo con i continui errori di comunicazione. Se stessero zitti, farebbero migliore figura, tanto è chiaro che non ne azzeccano una...

Quindi prorogato lo stato di emergenza per 4 mesi e nuove misure più restrittive per i fatidici colori delle regioni che ne porrebbero ben 14 a rischio (arancione o rossa).

Per il vending già in ginocchio, altri 4 mesi di restrizioni e mini lockdown saranno letali. Urgono ristori e politiche a favore delle aziende del comparto!!

Pietro Manzini nominato responsabile commerciale Italia del caffè di Coind

Mondo Manager > Pietro Manzini è il nuovo responsabile commerciale Italia del business Caffè di Coind, la torrefazione bolognese leader nelle produzioni Private Label per la Grande Distribuzione.

Manzini, entrato in azienda a inizio 2019, avrà la responsabilità dell’intero mercato Italia. Il suo incarico prevede il coordinamento dei canali GDO, Vending e Ho.Re.Ca, dove l’impresa opera con una rete di agenti nel Centro/Nord Italia e tramite un portafoglio diversificato di brand, quali Caffè Meseta, Attibassi e Carracci.

Mercoledì 13 Gennaio 2021

Partite IVA, tra due giorni scadono i termini in Lombardia per l'indennizzo...

Il 12 gennaio alle ore 11 si è aperta la finestra per alcuni operatori del vending per ottenere un indennizzo di 1.000 euro una tantum alla Regione Lombardia. Sono a disposizione per diversi codici ATECO, ben 14 milioni di euro. Grazie al lavoro di Confida e Confcommercio, è entrato tra i beneficiari anche il codice ATECO 47.99.20 (Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici), come "categoria che non ha beneficiato di nessun aiuto limitata dalle ordinanze regionali". Le domande si chiudono il 15 gennaio alle ore 17.

Possono partecipare i lavoratori autonomi con partita IVA individuale non iscritti al Registro delle Imprese in possesso dei seguenti requisiti di ammissibilità:avere dichiarato l’inizio attività all'Agenzia delle Entrate e avere la partita IVA attribuita dall’Agenzia delle Entrate attiva; avere il domicilio fiscale in Lombardia come risultante dall’Anagrafe Tributaria presso l’Agenzia delle Entrate; esercitare in via prevalente l’attività in uno dei settori riportati nella tabella. I beneficiari dovranno trovarsi in almeno una delle seguenti condizioni:Avere subito un calo di fatturato di almeno un terzo nel periodo 1° marzo-31 ottobre 2020, rispetto al medesimo periodo del 2019; in alternativa, aver attivato la partita IVA a partire dal 1° gennaio 2019 (per tali soggetti, infatti, non è richiesto il requisito del calo del fatturato). I requisiti di ammissibilità dovranno essere posseduti alla data di presentazione della domanda.


 

EVA pubblica un nuovo rapporto sull'impatto del Covid-19 sul vending

I dati del vending europeo aggiornati a settembre non sono particolarmente incoraggianti, anche se riferiti ad un periodo a cavallo delle due onde pandemiche. Si conferma l'alto ricorso allo smart working che influisce sulle vendite vending anche in mesi decisamente più tranquilli di marzo e aprile.

Preoccupa il dato di settembre, in cui la metà dei gestori ha dichiarato di avere avuto perdite comprese tra il 21 e il 40%, un miglioramento insufficiente, visto che i contagi nel periodo erano sostanzialmente sotto controllo e che solo ad ottobre è scoppiata la nuova fase emergenziale. Inoltre, per quanto riguarda i fornitori, solo il 14% prevede che nel secondo trimestre 2021 si potrà tornare ai livelli di vendite del 2019.

Il rapporto è stato presentato in anteprima all'Annual General Meeting (AGM) di EVA e si è basato sulle risposte del sondaggio di operatori e fornitori di distributori automatici (come produttori, fornitori di ingredienti, fornitori di soluzioni di pagamento) in 15 paesi europei per una gamma di questioni relative alle imprese in relazione alle ultime restrizioni in vigore da luglio a ottobre, e questo contrasta con le esperienze durante i blocchi di primavera. Il rapporto viene pubblicato come rapporto europeo combinato di tutte le risposte, oltre a 7 rapporti sui singoli paesi (Austria, Francia, Germania, Italia, Romania, Spagna e Regno Unito) con le risposte specifiche di quei mercati.

Martedì 12 Gennaio 2021

BREAKING NEWS

GRUPPO GIMOKA, SOGEDAI e SERIM: LE FAMIGLIE TITOLARI ANNUNCIANO UN ACCORDO DI AGGREGAZIONE

Le famiglie Padelli, Allegrino e Mazzoleni, annunciano il raggiungimento di un accordo di aggregazione che guarda al futuro e alla crescita delle rispettive aziende.

In particolare l’accordo si fonda sulla prospettiva di costituire un nuovo Gruppo Industriale, solido e resiliente, con l’obiettivo di porre le tre società capofila nelle condizioni di un’ulteriore crescita per raccogliere le sfide del mercato.

Un’autentica Food & Beverage Company in grado di gestire tutta la filiera delle bevande calde, dallo sviluppo e produzione fino al cliente finale, tramite la distribuzione automatica e con un’importante presenza nel Retail, nell’e-commerce e nell’HoReCa, avvalendosi di una rete commerciale estesa sui 5 continenti.

L’accordo porterà allo sviluppo di nuovi progetti e servizi per incrementare e valorizzare le competenze specifiche delle singole aziende e rafforzare gli asset e il know how produttivo e di servizio delle stesse, con l’ambizione di porsi ai vertici dei settori di riferimento.

Un segno dei tempi: bottino sotto i 5 euro per il furto al DA...

Le notizie dei furti ai distributori ci fanno sempre arrabbiare, ma quelle in arrivo in questi giorni riescono solo a metterci tristezza. Si susseguono infatti colpi eseguiti in diverse locazioni che presentano magrissimi bottini, spesso solo poche monete che non arrivano nemmeno a 5 euro.

Questo ovviamente non cambia la situazione a livello di vandalismo, visto che spesso le macchine subiscono danni superiori ai mille euro.

L'ultima brutta storia è di poche ore fa e arriva dalla bassa bresciana, due distributori distrutti per pochi spiccioli e una merendina sottratta in un tennis club. Nemmeno i delinquenti hanno capito che il vending è fermo e che in alcune locazioni non si batte praticamente niente...

Lunedì 11 Gennaio 2021

Disastro vending nelle scuole. 15 regioni dicono di no all'apertura prevista per oggi

Non finisce l'incubo scuole per le gestione vending italiane. Le attese riaperture dopo le vacanze di Natale sono un'illusione. Le Università restano praticamente tutte chiuse salvo qualche rara eccezione e non va tanto meglio per le scuole superiori di secondo grado (istituti dove si concentra gran parte del vending scolastico). La ripartenza prevista per oggi, con presenze al 50%, ha solo importanti eccezioni.

In Molise e Piemonte i ragazzi saranno in aula da lunedì 18 gennaio. In Campania e Lombardia il 25 gennaio. Calabria, Friuli Venezia Giulia, Veneto e Marche, con apposita ordinanza, hanno rinviato fino a fine gennaio le lezioni in presenza (100% didattica e distanza). Ben 15 regioni hanno detto no alle riaperture garantite dal Ministro Azzolina, che si è detta "presa in giro". Figurati noi...

Insomma il vending scolastico vivrà un gennaio davvero durissimo.

Gedac compie 30 anni!

Gedac, nota gestione toscana, ha raggiunto l'abito traguardo dei 30 anni di attività. Ecco il messaggio che l'azienda ha recentemente diffuso sui suoi canali social...

"30 candeline sono sinonimo di una maturità ormai raggiunta, ma anche di un'età giovane, frizzante, energica e piena di voglia di fare... proprio come ci sentiamo noi!.
Festeggeremo con tutta la nostra consueta carica, non appena sarà possibile, intanto GRAZIE a chi è stato al nostro fianco e ci ha accordato la propria fiducia fino ad oggi.
Continueremo a scrivere il nostro futuro in nome di qualità, innovazione e tecnologia per offrirvi sempre il meglio".

Venerdì 8 Gennaio 2021

Plastic Tax rinviata solo di sei mesi...

I crociati dell'ambientalismo (di facciata) non mollano la presa sulla plastica e, nonostante la profondissima crisi industriale, inseriscono la nuova pesante tassa già nel luglio 2021, imposizione che graverà su tutte le imprese del comparto.

Tra l'altro nessuno si ricorda che entro maggio 2020, l’Agenzia delle dogane e dei monopoli, insieme all’Agenzia delle Entrate, avrebbe dovuto definire le modalità di attuazione dell’imposta, provvedimento che non è stato mai emanato. In sintesi: come al solito sono bravissimi ad ottenere titoloni sui giornali, ma poi quando c'è da lavorare, si eclissano e le imprese non solo devono pagare, ma restare sino all'ultimo senza alcuna informazione utile sull'attuazione.

Infine non si capisce il doppio binario con la sugar TAX, rinviata al 2022 per le contingenti e difficili condizioni in cui i settori economici interessati versano a causa dell'emergenza Covid-19. Sono le stesse difficili condizioni anche per il "comparto plastica".

Il caffè sbanca su Amazon. Nella TOP 15 tra gli "Alimentari" solo cialde e capsule

La pandemia ha cambiato le abitudini degli italiani e gli acquisti di prodotti alimentari attraverso portali e-commerce è fortemente aumentata. Il colosso Amazon ha ovviamente fatto la parte del leone, ma scoprire quali sono i prodotti più venduti nel comparto "alimentari" di questa piattaforma, lascia davvero stupiti. La classifica è infatti totalmente monopolizzata. La top 15 dei bestseller di Amazon ha infatti a che fare esclusivamente col mondo del caffè, solo successivamente compaiono altri tipi di prodotti, come Chupa Chups, Nutella, biscotti, caramelle e the.

Ecco la lista dei principali prodotti venduti pubblicata in rete CLICCA QUI

Giovedì 7 Gennaio 2021

LUTTO NEL MONDO DEL VENDING

E' venuto a mancare all'affetto dei suoi cari, Leonardo BONCI (71 anni), fondatore nel 1977 della Bonci Srl.
Componente del Consiglio Direttivo di ANIDA dal 1994 al 2000, entra nel Gruppo Buonristoro nel 2005 .

Le nostre condoglianze al figlio Francesco e a tutta la famiglia.

I funerali si terranno venerdì 8 gennaio alle 14:30 presso la Chiesa Cattedrale di Fossombrone (PU).
 


 

Riaprono i bar e spuntano gli aumenti sulla tazzina di caffè...

La riapertura dei bar nel maggio 2020, dopo la prima fase del lockdown, aveva portato diversi bar in tutta Italia ad alzare i prezzi fino al 30% in più, tanto che il Codacons era arrivato a denunciare i rincari post-covid.
Oggi, nemmeno tanto a sorpresa, con le prime riaperture in zona arancione o gialla, stanno tornando gli aumenti.

Il Secolo XIX, ad esempio, ci racconta come dopo le chiusure natalizie a Genova stia spuntando il caffè a 1,20 (in foto) e non sembra essere un caso isolato. Per molti baristi, l'aumento dei prezzi è una necessità, visti i costi sostenuti per adattarsi alle nuove norme di sicurezza e quello che comportano per il loro business.

Siamo convinti che in poco tempo il prezzo medio della tazzina al bar in Italia sarà di 1,20 euro. Possibile che il vending non pensi nemmeno di riparametrarsi a questo valore? La verità è che siamo nemici di noi stessi e la paura del cambiamento, la diffidenza verso il comportamento della concorrenza, blocca qualunque ragionamento sensato sul tema prezzo.
 

Martedì 5 Gennaio 2021

Il Fondo Aksìa Capital IV annuncia l’acquisizione di Alba Tramezzini

Con un comunicato ufficiale pubblicato pochi giorni fa, un fondo gestito da Aksìa Group SGR ha annunciato l’acquisizione (attraverso la partecipata Casa della Piada CRM) di Alba Tramezzini, operatore leader nella produzione e commercializzazione di tramezzini, panini e snack, molto presente anche nel settore del vending.

I fondatori di Alba Tramezzini, Cosimo e Claudio Albano, continueranno a detenere una quota del 30%.

“L’acquisizione avviene nel segno della complementarietà dell’offerta e dell’integrazione delle rispettive competenze” - dichiara Marco Rayneri, Partner Fondatore di Aksìa Group.
“Il nostro obiettivo per i prossimi anni è realizzare una crescita consistente; intendiamo inoltre aumentare la visibilità sul mercato delle due aziende e lavorare sul miglioramento dei processi industriali per soddisfare le crescenti esigenze dei clienti” - continua Marco Vespasiano, CEO di Casa della Piada CRM.
“L’acquisizione rafforzerà la presenza nel mercato alimentare nei segmenti Ho.re.ca. e Vending di entrambe le aziende, alle quali darà un notevole vantaggio competitivo, con promettenti opportunità di sviluppo” – dichiarano Cosimo e Claudio Albano, Alba Tramezzini.

Per leggere il Comunicato Stampa ufficiale CLICCA QUI

GIMOKA GROUP continua a crescere e ha assunto 60 dipendenti...

Anche nel corso dell’anno segnato dalla pandemia e dall’emergenza sanitaria, la crescita di Gimoka non si arresta e l’azienda incrementa le proprie risorse umane.  La torrefazione di Andalo Valtellino (Sondrio) è nata negli anni ‘80 da un progetto del suo fondatore Ivan Padelli, attuale presidente, che guida l’azienda al fianco dei figli Davide (CEO) e Marco (Chief global business officer).

Quattro stabilimenti, di cui tre in Valtellina, 27 linee di produzione ad elevata automatizzazione di processi, più le linee di assemblaggio e confezionamento, 266 dipendenti, di cui 60 assunti solamente nel corso dell’ultimo anno, nonostante la crisi, 5 magazzini logistici (3 in Valtellina), 120 tonnellate di caffè crudo lavorate al giorno, 3.000 capsule al minuto per un totale di 4.000.000 di capsule prodotte in una giornata. Il gruppo esporta in oltre 50 paesi e acquista 31 varietà di caffè da 18 Paesi, da cui ricava più di 100 miscele, di cui 5 Fair Trade e 20 certificate Utz.

Gimoka ha chiuso il 2019 con un fatturato complessivo di oltre 110 milioni di euro ed è la seconda torrefazione in Italia per volumi annui di caffè verde torrefatto (28.000 tonnellate di caffè trattato).

Lunedì 4 Gennaio 2021

In arrivo il Decreto Ristori 5. Sarà la volta buona?

Tra qualche giorno debutterà Il Decreto Ristori 5, già ribattezzato “salva imprese” e prevede uno stanziamento da circa un miliardo e mezzo di euro, garantiti dall'ennesimo scostamento di bilancio.

Se vogliono salvare le imprese, ci auspichiamo che il Governo si ricordi anche del vending. La politica non può ignorare che nel primo semestre del 2020, i consumi di caffè sono scesi del -27,51%, quelli dell'acqua del -43%, gli snack -46% e, a seguito della seconda ondata e dei DCPM di fine ottobre e di novembre il settore della distribuzione automatica ha perso il 50% dei suoi ricavi. In tutto l'anno. pur in presenza di questa situazione, al settore non è stato concesso ancora nessun Ristoro.

Non sarebbe ora di rimediare?

CDA Distributori Automatici di Talmassons adotta lo status di Società Benefit

CDA si fa un regalo speciale per questo periodo di feste di fine anno, adottando lo status di Società Benefit. Questa integrazione, va a rafforzare di fatto l’impegno della società friulana di vending con base a Talmassons nello sviluppo del proprio modello di business sostenibile, integrando il proprio statuto con obiettivi di beneficio riguardanti le persone, l’ambiente e il territorio, come previsto dalla legge 208/2015 (Legge di Stabilità) all’art. 1 entrata in vigore nel 2016.

Si definiscono “Società Benefit” quelle che, nell’esercizio di una attività economica, oltre allo scopo di dividerne gli utili, perseguono una o più finalità di beneficio comune e operano in modo responsabile, sostenibile e trasparente nei confronti di persone, comunità, territori e ambiente, beni ed attività culturali e sociali, enti e associazioni ed altri portatori di interesse.

“Le aziende, beneficiano della qualità della vita dei territori dove operano – afferma Fabrizio Cattelan, CEO di CDA – e in un proficuo scambio energetico devono restituire al territorio parte di quel valore che le ha viste crescere e prosperare, oggi in CDA rafforziamo questo messaggio trasformandoci in Società Benefit”.

VAI AI GOSSIP DI DICEMBRE 2020

Art&Works S.r.l. Via Alessandro Algardi 13 - 20148 Milano - Italia - tel +39 0248958566 P.I. 04234310961