Privacy Policy

   
GOSSIPRISPOSTECOMMENTICHI SIAMOINDEXMETEOAVATAR
   
 

Venerdì 15 dicembre 2017

Raffaele Agrusti nominato nel consiglio di amministrazione di IVS...

IVS ha scelto un nome di peso per integrare il suo consiglio di amministrazione dopo la scomparsa del fondatore Cesare Cerea. Si tratta di Raffaele Agrusti, friulano, già Amministratore Delegato di Generali Assicurazioni e più recentemente Direttore finanziario della RAI.
Il top manager avrà la qualifica di amministratore indipendente e il suo mandato durerà sino all'approvazione da parte dell'assemblea del bilancio al 21-12-2017 prevista per fine maggio 2018. Agrusti, da pochi mesi direttore generale del gruppo ITAS Assicurazioni, vanta una diretta ed approfondita conoscenza tecnica della gestione delle attività finanziarie, avendo ricoperto il ruolo di CFO (Chief Financial Officier) di alcune delle principali aziende italiane...

 

I video di Fanta: installare SELFBLUE

Ecco un breve video di presentazione di SELFBLUE, la nuova soluzione vending per fare acquisti su distributori automatici utilizzando una semplice App.  Il disposito si installa velocemente tramite il connettore MDB all’interno della vending machine.
No Sim dati, nessun canone fisso e D.A. sempre online e disponibili alla vendita anche in assenza di rete dati, sono i punti di forza di SELFBLUE.
Dal portale web il gestore è sempre in contatto con i suoi clienti e connesso con i distributori.

 

Nominato il nuovo direttore generale di Coca-Cola Company per Europa centrale e Italia...

Il nuovo direttore generale di Coca Cola arriva dall'Olanda e la sua nuova sede operativa sarà a Milano. Kees-Jan de Vries avrà la responsabilità di diversi mercati: Italia, Albania, Austria, Svizzera, Ungheria, Repubblica Ceca e Slovacchia.
Il nuovo top manager vanta una notevole esperienza internazionale in ambito marketing e commerciale, con 23 anni di esperienza in Coca-Cola. Infatti, ha iniziato la propria carriera nel 1994, in Coca-Cola Enterprises, l’allora imbottigliatore per l’Olanda. Passato in The Coca-Cola Company nel 2006, de Vries ha ricoperto il ruolo di Global Account Director di Coca-Cola fino al 2010, gestendo il portafoglio internazionale dei clienti retail. È poi stato nominato direttore generale della business unit Nordics fino al 2015, quando è stato posto alla guida dei mercati di Austria, Svizzera, Ungheria, Repubblica Ceca e Slovacchia.

 

Giovedì 14 dicembre 2017

Micro pagamenti, si abbassano le commissioni delle carte di credito...

Una forte spinta ai pagamenti elettronici anche per le somme sotto i 5 euro dovrebbe arrivare da una norma inserita nella Legge di Bilancio e avere effetti positivi per il vending.
Sono invece molto più pessimisti, a causa dei costi di installazione, gli esercenti e i liberi professionisti, che saranno obbligati ad accettare i pagamenti con bancomat e carta di credito per qualunque cifra, pena una multa di 30 euro a transazione negata...
Le commissioni interbancarie però subiranno un taglio importante: per carte di debito e prepagate il tetto è fissato allo 0,2% del valore della transazione (la media era 0,5%) e per le carte di credito si passa invece ad uno 0,3% (la media era 0,7%). Prevista anche la progressiva scomparsa della firma autografa sulle carte...

I comportamenti degli amanti del caffè svelati da un'intelligenza artificiale...

Il mondo sta cambiando e analizzare i dati dei profili social è diventato molto più che una moda. Ne sa qualcosa Lavazza che ha iniziato ad utilizzare Nextatlas, un'innovativa piattaforma di data intelligence con la quale sta individuando le preferenze degli amanti del caffè attraverso l’analisi avanzata dei dati e l’intelligenza artificiale (IA).
Nextatlas permette di conoscere a fondo il consumatore analizzando i dati provenienti dai social media, come commenti, like e post, e individua chi sono i veri amanti del caffè in grado di esercitare una sensibile influenza nella loro community e le caratteristiche dei loro follower...

La spremuta di mela in lattina made in Friuli è arrivata anche nel vending...

Mela Julia ha presentato il suo succo di mela in lattina con una shelf life di 12 mesi e senza la necessità della catena del freddo. Uno degli obiettivi dichiarati dall'azienda e quello di conquistare il canale del vending, dove il prodotto è già presenti in diversi locazioni del Nord Italia.
Il succo di mela è rivolto soprattutto ai giovani, i consumatori del futuro, che mangiano poche mele, ma sono più propensi a berne il succo. Inoltre il prodotto è perfetto per sensibilizzarli ad una sana alimentazione essendo una spremuta integrale di mela, totalmente naturale e con i soli zuccheri della frutta.
La scelta del formato in lattina è stata fatta per andare incontro alle esigenze dei millennials e alle loro abitudini di consumo, più spostate verso alcune marche di energy drinks...

Mercoledì 13 dicembre 2017

Il mercato delle capsule di caffè arriva a 2 miliardi di euro...

Una recente indagine Nielsen illustra la grande crescita del mercato delle capsule di caffè, sarebbero ben 4,5 milioni gli italiani che le utilizzano d'abitudine. Tra export, consumi domestici e quelli al bar, ristorante e hotel il giro d'affari si attesta a 2 miliardi di euro. Molto alta anche la crescita a livello di volumi, si calcola un +24,5% nel 2016.
Sul fronte delle abitudini, il caffè viene consumato dall'80% degli italiani e in sei casi su 10 durante la colazione del mattino...

 


Cosa significa per il mercato italiano l'acquisizione da parte di IVS di Enopanorama...

Ieri sera abbiamo dato in tempo reale la breaking news dell'acquisizione del ramo Nespresso di Enopanorama, frutto di un probabile rilancio da parte di IVS rispetto all'offerta già presente sul tavolo delle trattative.
Questa operazione merita però di essere analizzata con attenzione, perché a nostro avviso creerà diversi effetti nel centro Italia. La concessionaria Nespresso romana infatti era molto nota per la sua attività nella capitale, mentre i numeri di Umbria e Abruzzo erano decisamente bassi. La situazione cambierà radicalmente con IVS, perché è chiaro che cercherà un forte sviluppo e numeri anche in queste due regioni, storicamente presidiate da altre primarie torrefazioni e da altre gruppi di gestione. E' evidente che gli equilibri in questi due territori sono destinati a cambiare, anche perché è prevedibile una forte campagna di comunicazione sui media locali (oltre che sui soliti media nazionali), che porterà ad innalzare il tasso di sostituzione nel comparto OCS e Table Top...
Come si dice spesso in questi casi: "ne vedremo delle belle" e già a partire da gennaio 2018...



Mastercard entra nell'arena delle APP con la mobile pay vending machine...

La positiva esperienza di Mastercard con i Touch Easy Order, i chioschi multimediali installati all’interno dei fast food della catena McDonald’s, sono stati solo il primo passo di un percorso che sembra molto promettente e che coinvolge anche il vending.
Tra i nuovi casi d'uso proposti da Mastercard nel mondo dei pagamenti cashless figura infatti la mobile pay vending machine, distributori automatici di cibo e bevande ai quali sarà possibile fare acquisti grazie a una semplice App sullo smartphone. La macchina erogatrice geolocalizza il cliente, lo associa al device mobile in uso e tiene traccia (e memoria) dei suoi gusti e delle sue abitudini di consumo. La stessa App permetterà, poi, di pagare in tutta comodità la consumazione senza doversi preoccupare di avere gli spiccioli e senza dover preventivamente caricare l’importo su una chiavetta...
Mastercard negli ultimi anni cerca di far capire che il vero driver dei pagamenti digitali e della moneta elettronica è la user experience legata alla digitalizzazione. Ecco perché già da tempo è impegnata a portare all’ultimo miglio la tecnologia dei pagamenti cashless con l’idea di garantire la massima semplicità e sicurezza. Come azienda globale, grazie agli accordi con banche e merchant e alle interfacce di programmazione (Api) aperte, permettie al cliente che ha deciso di lasciare una volta le sue credenziali di dimenticarsene per tutti i futuri acquisti.
 




Martedì 12 dicembre 2017


A sorpresa IVS acquisi
sce il ramo Nespresso di Enopanorama...

Una breaking news scuote il mercato del vending: IVS Group, a mercati chiusi, ha informato che la controllata IVS Italia S.p.A. ha sottoscritto un accordo finalizzato all’acquisizione del ramo d’azienda di Enopanorama S.r.l. relativa all’attività di distribuzione della Linea Professional delle capsule di caffè Nespresso nelle regioni Lazio (inclusa Roma), Abruzzo e Umbria. Il prezzo provvisorio del ramo è pari a EUR 7,1 milioni, pari a 4,5 volte il valore dell’EBITDA.
La cessione ad IVS è una sorpresa, perchè all'inizio dell'estate si era ipotizzata la chiusura dell'operazione da parte di un altro operatore. Il gossip sembrava poggiare su solide basi, ma evidentemente prima della firma definitiva si è verificato un sorpasso bergmamasco... Ricordiamo che con l’acquisizione di queste ulteriori regioni l’accordo tra IVS e Nespresso copre ora la maggior parte del territorio italiano.
 



Unilever annuncia il ricorso. "Diversi errori di valutazione" dell'Antitrust...

Sembra un film già visto e di cui si prevede lo scontato finale. La multa da 60 milioni ad Algida (Unilever Italia) ha fatto davvero rumore e iniziano a circolare i dettagli della vicenda. La Bomba, piccola realtà di Santarcangelo Romagna, aveva fatto una prima identica segnalazione nell'aprile 2013, ma non c'era stata alcuna reazione. Poi l'ha ripetuta nel maggio del 2015 e qui ha avuto maggiore attenzione.
Secondo le segnalazioni, attraverso il marchio Algida, Unilever avrebbe imposto ai rivenditori, soprattutto negli stabilimenti balneari, la commercializzazione esclusiva dei propri gelati confezionati impedendo, attraverso rigidi contratti, la vendita di gelati prodotti da altre aziende.
Unilever respinge ogni addebito di condotta abusiva, è pronta a presentare ricorso contro la decisione dell’Antitrust che sarebbe frutto di “diversi errori di valutazione”.
Unilever sostiene anche di aver manifestato sempre ampia collaborazione nel corso dell’indagine avviata dall’Authority, non sottraendosi dall’invio di corposa documentazione a sostegno della propria tesi.
Sembra però inutile dimostrare quanto il mercato del gelato consumato fuori casa sia altamente competitivo, in un contesto assolutamente frammentato e nemmeno calcolare quale sia stato il danno effettivo patito dai concorrenti o il vantaggio maturato dalla multinazionale. L'antitrust va per la sua strada, indaga e giudica allo stesso tempo, lasciando alla Giustizia Amministrativa, oberata di lavoro e poco preparata sull'argomento, a riparare agli eventuali errori di valutazione...

Nessuna concorrenza dalle cialde in carta "Zu Totò". Bloccata la pagina...

L'iniziativa della figlia del boss di Cosa Nostra, Salvatore Rina, è naufragata ancora prima di nascere. Non saranno quindi commercializzate le cialde di caffè a marchio "Zu Totò", la pagina del sito di e-commerce che doveva renderlo possibile è stata bloccata.
Le reazioni indignate non si sono fatte attendere e il mantra "intollerabile provocazione" è stato il più usato dai rappresentanti delle Istituzioni.
La DDA Siciliana (Direzione Distrettuale Animafia) aveva sequestrato i beni della figlia e del suo coniuge, ritenendoli frutto di attività illecite e questo avevo fatto scattare l'idea di avviare un crowfunding finanaziario per commercializzare prodotti con il nome del boss...


 

Lunedì 11 dicembre 2017


Scoppia la "Bomba" Algida. 60 milioni di multa dall'Antitrust...

Se siete stati qualche volta nella riviera romagnola non potete non conoscere "La Bomba", un piccolo produttore di ghiaccioli a forma sferica (in foto il gusto all'anice) che serve quasi esclusivamente gli stabilimenti balneari della zona. ebbene questo micro competitor (la ragione sociale è una s.n.c.) del mercato dei gelati ha fatto una segnalazione all'Antitrust contro Algida. Il risultato? L’AGCM ha sanzionato con un’ammenda pecuniaria di oltre 60 milioni di euro Unilever Italia Mkt. Operations S.r.l. per aver violato l’art. 102 del Trattato sul Funzionamento dell’Unione Europea, ponendo in essere un abuso di natura escludente idoneo a ostacolare la crescita dei concorrenti nel mercato del gelato preconfezionato monodose da impulso, nel quale la società italiana della multinazionale anglo-olandese detiene una posizione dominante, principalmente attraverso la vendita dei gelati a marchio “Algida”.
Secondo l'Antitrust: "Nel mercato del gelato confezionato in singole porzioni e consumato fuori casa, e pertanto relativo a un prodotto tipicamente destinato a un consumo cosiddetto da 'impulso', le politiche di vendita adottate nei confronti degli esercenti assumono un rilievo determinante nell’orientamento delle scelte di consumo finale, fortemente condizionate dall’offerta concretamente disponibile nel luogo ove sorge l’impulso del consumo stesso.
Pertanto le condotte abusive sanzionate, obbligando o incentivando la clientela di Unilever a mantenere in offerta una sola marca di gelato, hanno arrecato un sostanziale pregiudizio alla libertà di scelta del consumatore finale, limitandone la possibilità di reperire i gelati offerti dai concorrenti che, per qualità e gusto, avrebbero potuto essere preferiti a una parte dei gelati Algida"...
Se siete interessati alle 132 pagine del provvedimento (cliccate qui)


Distributori hi-tech, ma cosa serve contro le barriere architettoniche?...

Alla Statale di Milano garantire l'accessibilità per i disabili ai distributori è una cosa importante, tanto che il gestore ha installato delle vending machine dotate di touch screen con un tasto per modificare la posizione della pulsantiera. In tal modo  il servizio è utilizzabile anche dalle persone in carrozzina.
Peccato però che i distributori sono stati sistemati al di là di una stretta rampa di scale, molto poco accessibile per i disabili.
Ecco le foto pubblicate dal Corriere della Sera (Milano Cronaca) che valgono più delle parole...

L'Europa sempre più italiana con 5 membri del Comitato Esecutivo EVA...

Non c'è solo un italiano al vertice della distribuzione automatica in Europa, il nuovo Presidente Paolo Ghidotti di Evoca, ma ben altri 4 membri, tutti facenti parte del nuovo Executive Committee. Si tratta di Davide Celin, responsabile vendite canale grossisti DA di Lavazza, Massimo Daolio, export manager di Flo SpA, Alberto Giavoni, direttore international account coffee and vending di Brita, e Michele Adt, direttore di Confida - Associazione Italiana Distribuzione Automatica.


 

Giovedì 7 dicembre 2017


 
Ponte dell'Immacolata. A Milano inizia il 7 dicembre...

AVVISO AI NAVIGANTI

Lo staff di Fantavending e la redazione di D.A. Italia hanno deciso di rispettare la festività del Santo Patrono di Milano: Sant'Ambrogio e quindi iniziano il Ponte dell'Immacolata un giorno prima...

A fare festa e non lavorare SIAMO BRAVISSIMI!

I gossip e i commenti torneranno lunedì 11 dicembre


I video di Fantavending: l'iniziativa di Gruppo Illiria con Telethon...


Le foto di Fantavending: i distributori coperti di neve...

Natale si avvicina e su internet si trovano tantissime immagini che iniziano a creare il clima della festività. Noi ne abbiamo scelte alcune che hanno come ovvio tema i distributori automatici e provengono in Giappone...




 

Mercoledì 6 dicembre 2017


Adesso BASTA! Su obesità infantile e vending un mucchio di sciocchezze...

Le principali Agenzie del Paese e le grandi testate nazionali, hanno ripreso l'allarme dei pediatri sull'obesità infantile, supportata dalle statistiche che ci dicono che a 9 anni un bimbo su dieci è obeso...

La prima cosa che ci vengono a raccontare sul fronte delle soluzioni possibili è questa: "Alcuni studi hanno dimostrato l’efficacia di alcune misure nella prevenzione dell’obesità infantile, tra queste la rimozione dei distributori automatici di bevande zuccherate e alimenti ricchi di sale e grassi".
Il paradosso è che la ricerca dei pediatri sostiene che sono i primi 1.000 giorni (bimbi fino a 3 anni) cruciali per impostare comportamenti alimentari e uno stile di vita corretto. E questo perché l'obesità infantile è un fenomeno dilagante e persistente.
Quindi grande attenzione nei primi 3 anni di vita e poi a 6 anni cercare alterazioni metaboliche spia, così il numero dei bambini di 9 anni obesi potrà diminuire.
In questa quadro i distributori automatici non c'entrano nulla, perché non entrano nelle scuole primarie e nessun bambino sotto gli 11 anni in Italia ha accesso al vending.
NON CI SONO DISTRIBUTORI AUTOMATICI NELLE SCUOLE ELEMENTARI! Possibile che ogni volta che si parla di obesità infantile tirano dentro il vending, senza avere la più pallida idea di cosa sia e dove sia installato?
Questa disinformazione, speriamo non in in malafede, vuole evidentemente costruire facili bersagli al politico di turno che legge il giornale e fa una mozione senza sapere niente del settore che va a colpire con la sua iniziativa... Adesso basta!


La figlia di Riina annuncia su internet il lancio delle cialde "Zù Totò"...

Il caffè in cialde on-line è un mercato popolato da numerosi competitor di moltissime estrazioni diverse, come sa molto bene qualunque gestore che abbia investito nel comparto OCS. Però la notizia uscita ieri in Cronaca sul Corriere della Sera (clicca qui) ha colto di sorpresa anche l'operatore più smaliziato.
Pare infatti che la figlia e il genero di Riina stiano lanciando le cialde di caffè a marchio "Zù Totò" ispirate al capo della mafia recentemente scomparso.
Ecco un'immagine tratta dal Giornale di Sicilia:

Le foto di Fantavending: i distributori coperti di neve...

Natale si avvicina e su internet si trovano tantissime immagini che inizano a creare il clima della festività. Noi ne abbiamo scelte alcune (le pubblicheremo nei prossimi giorni) che hanno come ovvio tema i distributori automatici.
Eccone uno coperto di neve in Giappone...


 

Martedì 5 dicembre 2017


Vending e solidarietà. Oltre 2.000 caffè offerti ai runners di Telethon...

Gruppo Illiria, per il secondo anno consecutivo, ha dato energia alla staffetta benefica di Telethon installando dei distributori automatici e offrendo a tutti i partecipanti e ai volontari, un aiuto per riscaldarsi e per restare svegli durante le ore notturne della 24x1ora, corsa che ha coinvolto 460 squadre e 11mila partecipanti con l’obiettivo di raccogliere fondi per la ricerca malattie genetiche rare. Anche la gestione friulana ha partecipato con la propria squadra aziendale che ha “fatto correre” sia la direzione, che i dipendenti.
Nel pomeriggio di sabato è stato posizionato sotto la Loggia del Lionello un distributore di bibite omaggio davvero speciale. Con l’iniziativa “Where the magic happens”, la macchina nascondeva al proprio interno una persona in carne ed ossa che sbucava all’improvviso e regalava gadget Telethon e alcune sorprese natalizie stupendo chi si avvicinava per prendere una bibita, e soprattutto i più piccoli, in perfetto stile candid camera. Un plauso all'iniziativa...


20 colpi in poche settimane per il "turista" del vending...

I Carabinieri di Cevignano (UD), dopo una lunga fase di indagini, arricchita da appostamenti, pedinamenti e il controllo dei filmati di numerose telecamere di sorveglianza, ha arrestato un malvivente che si era reso responsabile di circa 20 furti ai danni di distributori automatici in meno di due mesi.
Il ladro in trasferta, soggiornava come un normale turista all'interno di un hotel e ogni due o tre giorni compiva un furto in una delle numerose scuole della zona, spesso visitando più di una volta lo stesso istituto.
Dopo numerose denunce per i continui furti, i Carabinieri sono corsi ai ripari riuscendo ad identificare ed arrestare il colpevole. Tanto per restare in tema, il ladro utilizzava, per tutti gli spostamenti tra l'hotel e gli obiettivi dei furti, una bicicletta risultata rubata...
adesso il malvivente ha dovuto abbandonare l'hotel dove alloggiava per spostarsi nel carcere di Udine con l’accusa di furto aggravato continuato e ricettazione...

Nuove generazioni al comando? La pasticceria si trasforma in H24...

Una delle pasticcerie storiche della Val d'Aosta, da decenni meta fissa per gli appassionati di dolci di tutta la regione e per molti turisti, ha iniziato a cambiar pelle. Dal piccolo laboratorio artigianale che sfornava i classici "Baci di Nus", l'attività si è allargata e le nuove generazioni (sono da poco entrati nel team i nipoti del fondatore) si sono spinti oltre. Infatti nella nuova e più ampia sede è stato installato un distributore automatico che offre 24 ore al giorno, sette giorni su sette, un'ampia selezione della produzione della pasticceria.
Questa è l'ennesima dimostrazione di come il mondo del retail guardi con sempre maggiore interesse al nostro mondo, con iniziative che spesso hanno anche successo...


 

Lunedì 4 dicembre 2017


Tempi che cambiano... Sostituito il totem N&W nella sede di Val Brembo...

Primo tangibile passo del nuovo corso in Val Brembo. E' arrivato un mezzo dotato di gru e ha sostituito il vecchio totem che si ergeva al di fuori della sede Necta.

Appena finito il lavoro, alcuni "ragazzi" si sono messi in posa per la storica foto!

Vending e Welfare. Pellegrini propone una sua piattaforma digitale...

Il tema del welfare aziendale, dopo che le più recenti Leggi di Stabilità hanno introdotto importanti novità, sono diventati uno strumento fondamentale per l'erogazione di benefit (non tassati) ai dipendenti. Alcune illuminate gestioni del vending hanno iniziato interessanti progetti in materia, ma attenzione che le società di ristorazione (i "mensaioli" come li chiamiamo comunemente nel settore), sono già più avanti...
Pellegrini, leader per i servizi di ristorazione e buoni pasto ha realizzato una piattaforma digitale, mlto intuitiva, rivolta alle imprese che scelgono di erogare ai propri dipendenti benefit sotto forma di beni e servizi in alternativa al pagamento in denaro, cogliendo così le opportunità offerte dalla normativa fiscale.

Ecco una dichiarazione di Valentina Pellegrini, Vice Presidente del gruppo: “Dalla ristorazione ai buoni pasto, dal vending al global service, la Pellegrini ha la responsabilità di gestire servizi delicati e decisivi per la qualità della relazione con il dipendente, la risorsa più preziosa di un’azienda. È proprio questa responsabilità  unitamente all’attenzione al benessere della persona che dal 1965 guida le scelte della mia famiglia e che ci spinge a fare sempre meglio. Posso dire che è stato per noi naturale approcciare i “piani di welfare” e improntarli all’attenzione e alla cura ma anche all’ascolto e alla personalizzazione, insomma ad un’idea di servizio reale”


 

Venerdì 1 dicembre 2017


Distributori connessi e iperammortamento? Ci arriva prima il retail...

Nel vending si parla da tempo di macchine intelligenti, connesse e integrate, in pieno spirito Industria 4.0, che possano usufruire dell'iperammortamento al 250%.
Nel retail non se parla, ma si presenta direttamente un progetto funzionante gestito dal brand 1177 (calze), con la collaborazione di Softec e Cisco e supportato da Intesa Sanpaolo come partner finanziario, in cui i touchpoint fisici e digitali si integrano per dare un’unica digical customer experience con le vending machine connesse.
In questo progetto di Retail 4.0 il consumatore viene guidato nella scelta del prodotto da un commesso robotizzato, il social robot umanoide Pepper, che si interfaccia con una smart vending machine connessa a Internet. L’integrazione tra il DA e Pepper è abilitata da Orchestra, la piattaforma di IoT cloud-based proprietaria di Softec.
Attraverso una piattaforma cloud di Cisco, 1177 può monitorare i prodotti più venduti nelle diverse location, procedere a un riassortimento mirato dei prodotti, con il collegamento al magazzino, tracciare il flusso delle persone e garantire una manutenzione in tempo reale della vending machine.
La soluzione è integrata con la produzione, le informazioni real time sugli acquisti permettono di pianificare la produzione, di pianificare centralmente campagne per specifiche location o periodi, cambiando in modo puntuale le promozioni e i prezzi sulle singole vending machine, o modificando l’offerta in base ai trend delle specifiche location... Tutto molto bello... ma perché un progetto del genere è venuto fuori nel retail e non nel vending?

King Drink “Green”, il distributore automatico che si paga a consumo...

Qualcuno di voi si ricorda le vecchie osterie in cui ti portavano un fiasco di vino e poi ti facevano pagare solo la quantità che avevi consumato? L'idea è stata ripresa per la prima volta in un distributore automatico di bevande energetiche chiamato King Drink "Green", un progetto che vede impegnati gli studenti dei vari indirizzi di specializzazione dell’Itt “Allievi – Sangallo” di Terni. La quantità di bevanda acquistabile non ha infatti delle tariffe prestabilite, ma il sistema automatico è in grado di erogarne esattamente il quantitativo corrispondente all’importo inserito dall’utente. In questa maniera ognuno potrà personalizzare l’acquisto secondo le proprie esigenze e disponibilità.
L'idea è sicuramente originale ed è la prima volta che ne sentiamo parlare, chissà se sarà applicabile anche al vending. Pensiamo al caffè americano nei bicchieri grandi che iniziano ad essere installati in diverse locazioni. Se hai in tasca solo 70 centesimi, la macchina te ne versa 70 ml, se metti due euro, fai il pieno con 200 ml...
In università magari funziona davvero...

 

Roncadin, premio di 300 euro ai dipendenti...

Ci tenevamo a completare l'informazione sulla Roncadin, la grande azienda friulana di cui abbiamo parlato più volte su Fantavending.
Una gratifica speciale di 300 euro in busta paga per il mese di novembre: è il premio che l’azienda di Meduno (PN) che si è rimessa in piedi a tempo di record dopo un incendio che ha distrutto parte della produzione, riconoscerà ai suoi operai e impiegati in ragione dell’impegno e della disponibilità dimostrati in questi due mesi di ripartenza. La decisione è stata presa d’accordo con i sindacati, con un’intesa formalizzata il 30 novembre che proroga al 31 dicembre 2018 i turni 24/7 introdotti dall’azienda per rispondere all’emergenza. "Ci troviamo di fronte a ingenti spese per la ricostruzione ma, verificate le disponibilità economiche, abbiamo preso questa decisione perché ci teniamo a dare ai nostri dipendenti un segno tangibile di riconoscenza per il senso di responsabilità e l’eccezionale lavoro che ci hanno permesso di affrontare le difficoltà" commenta l’amministratore delegato Dario Roncadin.
Il premio che i dipendenti troveranno nella busta paga di novembre è in aggiunta al premio di produzione annuale che sarà erogato, come di consueto, a dicembre...

 























 

 

VAI AI GOSSIP DI NOVEMBRE 2017


Art&Works S.r.l. Via Marcantonio Colonna 15 - 20149 Milano - Italia - tel +39 0248958566 P.I.04234310961