GOSSIPRISPOSTECOMMENTICHI SIAMOAVATARPRIVACY    
 
 

 

Venerdì 24 maggio 2019

La GDO ci riprova ad avvicinarsi al vending con un mini micro markets...

La nota insegna PAM, attraverso i punti vendita PAM Local, ha incominciato ad avvicinarsi al vending con un progetto a metà strada tra il mini markets e la DA. Si tratta di installare negli uffici un frigo intelligente che i clienti attivano in maniera semplice ed intuitiva accedendo ad una web app. Attraverso a tecnologia RFID (Radio Frequency Identification) viene rilevato l’articolo prelevato e il costo viene addebitato al cliente.

Il progetto parte con uno spirito salutista, quindi prodotti freschi e pronti al consumo tra cui yogurt, insalate, succhi di frutta e macedonie continuamente riforniti dal Pam Local più vicino. staremo a vedere...

Esplosione al centro commerciale cinese. In assenza di prove la colpa è del vending

La notizia di un'esplosione al centro commerciale Hong Kong di Nardò (Lecce) in apertura tra un mese è diventata virale su diversi siti web pugliesi. Secondo le prime ricostruzioni, un operaio di origini cinesi che stava lavorando alle 4 di notte per sistemare gli scaffali, si sarebbe fermato al distributore per una pausa caffè e qui sarebbe stato investito da una fortissima esplosione. Le sue condizioni sono gravi (codice rosso all'ospedale).

In piena fase d'indagine, l'incidente non è ancora stato per nulla chiarito (corto circuito?), ma tutti i titoli sono uguali: "Esplode il distributore automatico, grave un operaio" con articoli spesso corredati da foto di clienti che schiacciano il pericolosissimo tasto analogico di una vending machine, come se fosse un detonatore (un esempio qui sotto)...

Ma come è possibile? Vi terremo informati sugli sviluppi...

 

Giovedì 23 maggio 2019

Bocciate le etichette con il semaforo. Evitata un'altra follia nel vending...

L'introduzione di sistemi di etichettatura a colori è stata bocciata dalla FAO! una notizia che non può che far esultare il settore del vending che altrimenti si sarebbe trovato con etichette volte ad influenzare il consumatore in maniera spesso errata, dividendo i cibi sani da quelli considerati non sani... Già erano pronti alcuni "talebani" a chiedere nei distributori solo i prodotti con semaforo verde...

Il paradosso è che sarebbe stati penalizzati persino prodotti come l'olio di oliva (presente in diversi snack salati) e il Parmigiano Reggiano, che spesso nel vending sono il top dei prodotti sani...

Alberici fa shopping nel gaming e acquista la polacca Unipay...

Alberici, fondata nel 1946 da Augusto Alberici, è una azienda storica nel mondo dei sistemi di pagamento, nota nel vending soprattutto per le gettoniere, ma ha sempre avuto una vocazione per il gaming. Non stupisce quindi che abbia annunciato l’acquisizione di Unipay, importante azienda polacca operante nel settore della commercializzazione di macchinari per il trattamento del denaro e relativa ricambistica.

Unipay già da alcuni anni è distributore esclusivo per i mercati del Nord-Est Europa dei prodotti Alberici come macchine cambiamonete, gettoniere, hopper, lettori di banconote e di carte, pulsanti.  L'accordo è finalizzato al potenziamento e al consolidamento della presenza di Alberici sui mercati esteri...

Una nota personale a margine della notizia: quasi tutti gli appassionati di computer della mia generazione hanno comprato da Alberici il mitico joystick Albatros che nei primi anni '80 trasformava il PC in una macchina da gioco stile arcade...

Comunicato > Inizia il processo di risanamento e rilancio della Crik Crok...

Pubblichiamo questo comunicato stampa istituzionale che è giunto ieri in redazione.

Si comunica che, in data 3 maggio 2019, il Tribunale di Velletri ha emesso il “decreto di omologa” del concordato preventivo presentato dalla società Ica Foods S.p.a. con sede legale a Pomezia (RM). Nel giugno 2017 la predetta società aveva infatti presentato una nuova domanda di concordato preventivo – dopo che gli era stata respinta la prima del 2015 – basata essenzialmente sulla proposta irrevocabile per l’acquisto del ramo d’azienda Crik Crok da parte di AT Srl che ha quindi rilevato la partecipazione di controllo nella Ica Food International Srl.
La International ha condotto l’azienda Crik Crok, in regime d’affitto d’azienda, al fine di permettere la continuità aziendale dell’impresa durante la lunga procedura concordataria. In sostanza, il concordato conferma il diritto ad acquistare l’azienda Crik Crok da parte di AT Srl.
Può avere finalmente inizio ora il processo di radicale risanamento e rilancio dell’azienda Crik Crok, uno dei principali player a livello nazionale ed internazionale nel settore della produzione e distribuzione di snack salati. Grazie alla visione strategica del nuovo management, si è sviluppata una programmazione per una grande trasformazione che porterà ad un profondo rinnovamento dei processi produttivi e degli standard qualitativi.
Crik Crok vanta oggi una forza lavoro di 154 persone e oltre 500 agenti uniti dalla volontà di rilanciare e sviluppare l’azienda, valorizzando adeguatamente il marchio prestigioso che la distingue.

Mercoledì 22 maggio 2019

Fantavending sarà presente ad Expo Vending Sud 2019 di Catania...

Venerdì pomeriggio apre i battenti al Centro fieristico Le Ciminiere di Catania, Expo Vending Sud 2019, la manifestazione a cadenza biennale che si rivolge agli oepratori del Sud italia. Fantavending è media partner della fiera e sarà presente alla cerimonia del taglio del nastro (pubblicheremo la foto lunedì).

L’apertura alle 14:00 del primo giorno, rappresenta una novità di questa edizione e agevolerà quegli espositori che vorranno giungere a Catania proprio in mattinata, accedendo in fiera anche poche ore prima dell’inizio.

Il Centro Fieristico Le Ciminiere (Catania) nasce dalla riqualificazione di una ex area industriale del XIX secolo, destinata alla lavorazione dello zolfo. Oggi ospita negli oltre 25.000 mq di superficie mostre, fiere, rassegne, esposizioni, congressi, convention, convegni, premiazioni, concerti, festival, ed anche studi televisivi e musei. Con la sua memoria storica ed il suo suggestivo segno architettonico è un'ideale vetrina sul Mediterraneo e sul mondo per attività fieristiche.

Le foto del vending > Arriva l'estate e gli ARD arrivano ovunque...

Pubblichiamo una foto che ci è stata segnalata da un lettore realizzata su una spiaggia della Sardegna!

Gli NC Awards 2019 premiano la comunicazione Lavazza...

Gli NC Awards 2019 premiano la comunicazione Lavazza con il titolo di Best Holistic Company, dedicato all’azienda che si è contraddistinta nell’anno 2018 per la qualità delle campagne integrate. I progetti che rientrano in classifica sono Lavazza ¡Tierra! Hands, Lavazza Tiny Toiletpaper, Calendario Lavazza 2018 e Casa Lavazza. La campagna Lavazza ¡Tierra! Hands è stata premiata inoltre come Migliore Campagna Olistica nella categoria della bevande, classificandosi anche seconda come Migliore Campagna Olistica in assoluto. Il progetto Calendario Lavazza 2018 si è aggiudicato invece il primo premio nella categoria Packaging & Design.

“Oggi più che mai è fondamentale per i brand avere un approccio olistico alla comunicazione, con piani integrati capaci di proporre nuovi linguaggi e di ingaggiare in modo valoriale, attraverso media mix efficaci, le community di riferimento” – afferma Carlo Colpo, Global Head of Marketing Communication di Lavazza. “Questo risultato conferma ulteriormente il lavoro attraverso il quale cerchiamo di assicurare sempre maggiore rilevanza e forza al brand, nell’ottica di premiumizzazione e ringiovanimento del marchio Lavazza”.


Martedì 21 maggio 2019

Dal 1 luglio corrispettivi giornalieri telematici. Per molti ma non per tutti...

Erano veramente tanti i gestori ad aspettare il giorno in cui anche bar, ristoranti, commercianti al minuto e alberghi avessero l'obbligo dei corrispettivi come il vending. Ebbene il giorno è arrivato: il primo di luglio 2019, anche se non sarà per tutti... Stando alle ultime notizie e chiarimenti dell'agenzia delle Entrate, l'obbligo di trasmissione dei corrispettivi giornalieri telematici varrà solo per coloro che nell’anno precedente hanno raggiunto un volume d'affari maggiore di 400.000 euro.
Inoltre ancora non è chiaro quali e quante saranno le categorie di esercenti che otterranno l'esonero. Sembra sicuro per tabaccai, giornalai, commercianti di altri generi di monopolio, produttori agricoli, calzolai e altri piccoli esercenti, ma forse saranno compresi anche tassisti ed NCC (noleggio con conducente).

Il mercato degli snack è cruciale per i negozi Amazon Go...

Amazon conosce molto bene i suoi consumatori finali, ma è rimasta molto sorpresa dai dati emersi dai primi Amazon Go (negozi intelligenti e senza cassa). In occasione dell'apertura del dodicesimo punto vendita con questa tecnologia, la dirigenza ha affermato che in modo inatteso gli snack sono uno dei principali motivi per cui le persone visitano i negozi GO...

E' per questo che l'ultimo punto vendita, inaugurato a New York City ad inizio mese, è fornito sino all'orlo di snack e spuntini... Un segnale da non ignorare anche per il vending...

PepsiCo entra nell'arena delle macchine per l'acqua con l'Hydration Machine...

La recente acquisizione di Soda Stream sta spingendo PepsiCo a sviluppare progetti legati al mondo dell'acqua. Intuendo il clima politico mondiale ha intrapreso l'iniziativa "Beyond the Bottle" per ridurre le bottiglie di plastica monodose, introducendo un dispenser self service di acqua trattata.

La piattaforma di idratazione include un dispenser, un'applicazione per smartphone e un adesivo con codice QR per bottiglie riutilizzabili. Il sistema consente ai clienti di impostare i propri obiettivi di idratazione giornalieri e di monitorare automaticamente i loro progressi. Inoltre, salva le preferenze dei prodotti dei clienti per un utilizzo futuro e tiene traccia del loro impatto ambientale contando il numero di bottiglie di plastica risparmiate.
Tutta l'acqua è nano-filtrata e il sistema offre opzioni personalizzabili di sapore, carbonatazione e temperatura a zero calorie. I clienti possono creare la loro bevanda preferita e salvarla nell'app mobile.

Lunedì 20 maggio 2019

Borracce nel vending? Il cliente non ha sempre ragione...

Continuiamo a ricevere segnalazioni su nuovi grandi progetti dei gestori italiani incentrati sulla sostituzione delle bottiglie in plastica in PET con borracce multiuso. Possiamo capire la situazione resa complicata dalle continue richieste dei clienti, bombardati da una comunicazione a senso unico che ha messo sul banco degli imputati la plastica, ma un conto è risolvere dei casi commercialmente ingestibili con delle soluzioni, un altro è sposare con progetti diffusi la crociata ambientalista.

I distributori d'acqua ci sono da decenni (così come  il movimento dei verdi e le preoccupazioni ambientaliste) e il modello di business non è mai decollato, anche se garantisce risparmi importanti nella logistica. Sono stati tutti miopi nel passato o hanno preso decisioni impulsive oggi? Secondo noi decisamente la seconda...

Il PET è riciclabile al 100% è già riciclato in percentuali importantissime e, soprattutto, garantisce standard di sicurezza alimentare di alto profilo. Invece il mondo dei distributori d'acqua presenta molte complicazioni, che vanno prese sul serio. A partire dalla qualità dei tubi delle rete idriche all'interno di fabbriche e uffici, alla sanificazione delle macchine, al comportamento del consumatore che quasi sempre ignora l'importanza della pulizia continuo delle borracce e per quanti cicli di lavaggio le può utilizzare.

Il tutto succede senza alcun bando nei confronti delle bottiglie di plastica monouso, non comprese nella lista dei prodotti da escludere a partire dal 2021 dalla normativa europea... Non sarebbe stato meglio fare informazione presso i clienti, piuttosto che "calare le braghe" dopo le prime richieste? Il cliente non ha sempre ragione.

Le foto di Fantavending > Duemila capsule di caffè per l'Italia in "pixel-art"...

Pubblichiamo volentieri una foto che ci è stata spedita sul nostro profilo Facebook!
I 29 alunni della 4A dell'Istituto Comprensivo “MARIO NOVARO” di imperia, hanno realizzato in lavoro di pixel-art a conclusione di un percorso iniziato già lo scorso anno scolastico. Partendo da una cartina geografica dell’Italia, stampata su un foglio a quadretti, i bambini hanno ricavato un codice numerico: ogni quadretto corrisponde ad un pixel. Successivamente hanno attribuito colori diversi per definire le regioni, e hanno pensato ad un modo creativo per rappresentare ogni singolo pixel.

Venerdì 17 maggio 2019

L'applicazione del nuovo principio contabile IFRS16 stravolge i numeri del vending...

I nostri lettori ci scuseranno se per una volta ci soffermiamo su un aspetto tecnico/finanziario, informando la community sull'applicazione di un nuovo principio contabile che per molti sarà più noioso di una replica estiva su RAI1 di "La signora in giallo"...

Ma dal primo gennaio 2019 è cambiato completamente l'assessment dei contratti di locazione con l'obbligo di adozione del nuovo standard IFRS 16 Leasing. Fino ad oggi molti contratti di locazione erano considerati leasing operativi e pertanto non venivano riportati negli schemi di bilancio con impatti significativi su alcuni parametri di bilancio.

Un esempio illuminante è la prima trimestrale di IVS, appena pubblicata (presentiamo una sintesi nel messaggio successivo), in cui per la prima volta nel vending viene applicato il nuovo standard IFRS16. L'EBITDA schizza a + 18,4% rispetto al 2018, un aumento percentuale triplo rispetto a quello che sarebbe stato senza i nuovi principi contabili, mentre la posizione finanziaria netta (PFN) è negativa per 366,4 milioni! 63 milioni in più solamente per l'effetto dell'IFRS16. In pratica IVS rileva una passività finanziaria che rappresenta la propria obbligazione al pagamento futuro dei canoni di locazione...

Quindi un avviso a tutti i naviganti: guardate ai nuovi numeri del vending con grande attenzione, perché aumenti del margine operativo, anche spettacolari, saranno dovuti principalmente ai nuovi standard di rilevazione contabile...

IVS pubblica i risultati del primo Trimestre 2019

Il Consiglio di Amministrazione di IVS Group S.A.  si è riunito il 15 maggio 2019, sotto la presidenza di Paolo Covre, per esaminare ed approvare il resoconto intermedio di gestione del gruppo IVS al 31 marzo 2019, come di seguito sintetizzato.

Fatturato consolidato pari a Euro 114,2 milioni, in crescita del 6,4% rispetto a marzo 2018.
EBITDA Euro 27,8 milioni, in aumento del 18,4% rispetto al 2018 (+6,6% al netto degli effetti derivanti dalla nuova applicazione del principio contabile IFRS 16)
EBITDA Adjusted Euro 28,0 milioni, +14,9% (+3,6% senza effetto IFRS 16), con un’incidenza sul fatturato pari al 24,5% (22,1% senza effetto IFRS 16).
Utile netto di Gruppo pari a Euro 6,9 milioni dopo utili di terzi per Euro 0,4 milioni, +13,1% su Euro 6,1 milioni di marzo 2018 (+15,4% senza effetto IFRS 16).
Utile netto adjusted, pari a Euro 7,1 milioni dopo gli utili di terzi per Euro 0,4 milioni,+4,6%(+6,7% senza IFRS 16)
La Posizione finanziaria netta è negativa per Euro 366,4 milioni,di cui Euro 63,0 milioni derivanti dalla nuova applicazione del principio contabile IFRS 16, rispetto a Euro -285,5 milioni a fine 2018, dopo pagamenti nel periodo per investimenti netti pari a Euro 35,2 milioni, di cui circa Euro 13,8 milioni per investimenti tecnici netti, inclusi quelli relativi alle aziende acquisite e pagamenti per investimenti fatti in periodi precedenti ed Euro 21,4milioni per pagamenti su acquisizioni, che contribuiscono al conto economico del trimestre prevalentemente solo dal mese di marzo 2019. La cassa generata dalla gestione operativa è stata di Euro 30,9milioni.
Perfezionate 4 nuove acquisizioni in Italia e Francia, per un valore di circa Euro 34,2 milioni.

Il documento integrale sul Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2019 è disponibile QUI

Giovedì 16 maggio 2019

Allarme bicchieri in carta. Bisogna aspettare 6 mesi per averli... Cinesi felici!

La crescita improvvisa della richiesta di bicchieri in carta e la cronica assenza di programmazione degli acquisti a medio/lungo termine dei gestori, ha creato una problematica davvero seria: non si trovano più i bicchieri di carta! Tutte le produzioni dei principali player europei del settore sono già prenotate per 6 mesi e i nuovi impianti inizieranno ad aumentare l'offerta solo nel 2020.

Merito della frettolosa normativa europea sulla plastica monouso, che fa un assist incredibile alla Cina, dove ancora si trova il prodotto. Peccato non sia affatto chiaro che carta usino e quanto sono sicure le loro certificazioni... Un suicidio commerciale e un rischio per la salute dei cittadini che ha pochi precedenti e che mostra l'alto grado d'ignoranza sulle conseguenze di questa azione politica.

E i comuni italiani continuano a sacrificare sull'altare del consenso i propri cittadini... Oggi giunge notizia che il Comune di Livigno impone ai titolari di distributori automatici di bevande presenti su tutto il territorio comunale di utilizzare esclusivamente bicchieri e mescolatori in materiale biodegradabile e/o compostabile. Probabilmente nemmeno sanno che i bicchieri in carta hanno una barriera in PE e non sono biodegradabili. Per esserlo devono avere una barriera in bioplastica, con un costo molto elevato e difficili da trovare.

Cosa farà il gestore? Comprerà dei prodotti del far east non ottimizzati per il vending che avranno la dicitura biodegradabile senza minimamente esserlo? Probabilmente sì. Un disastro sull'altare dell'ambientalismo di facciata che fa incazzare chiunque abbia speso un po' di tempo per informarsi sull'argomento. Gli unici felici sono i cinesi...

Caffè equo e solidale > Costi delle certificazioni non supportabili con prezzi bassi...

Situazione sempre più difficile per i piccoli produttori di caffè equo e solidale. Il ribasso del prezzo del caffè li sta mettendo in ginocchio, anche perché i costi delle certificazioni di sostenibilità, sempre più richieste dal mercato e obbligatorie in alcune specifiche nicchie, portano ad un aumento dei costi di produzione. Certificare il rispetto di requisiti sociali, lavorativi e ambientali e la richiesta di monitorare l’impatto degli investimenti, si fa sempre più oneroso e pressante...
Troviamo contraddittorio che alcune Certificazioni, nate per difendere le categorie più svantaggiate, possano diventare un problema quando il mercato ribassista non offre sufficiente margine per coprirne i costi.
In fondo non sembrano così eque...

Mercoledì 15 maggio 2019

Follia italiana. Il Decreto Sblocca Cantieri avrà effetti dirompenti sugli appalti vending?

Il Decreto Sblocca Cantieri (decreto legge 18 aprile 2019) ha modificato art. 80 del codice degli appalti nella delicatissima parte relativa alle cause di esclusione di un operatore economico. In estrema sintesi un'irregolarità fiscale o previdenziale non definitivamente accertata "può" escludere un operatore economico dalla partecipazione ad una procedura di gara.

L'art. 1 dello Sblocca Cantieri modifica infatti l'art. 80 del Codice dei contratti, sostituendo il quinto periodo del comma 4 che cita al suo interno: "Un operatore economico può essere escluso dalla partecipazione a una procedura d’appalto se la stazione appaltante è a conoscenza e può adeguatamente dimostrare che lo stesso non ha ottemperato agli obblighi relativi al pagamento delle imposte e tasse o dei contributi previdenziali non definitivamente accertati. Il presente comma non si applica quando l’operatore economico ha ottemperato ai suoi obblighi pagando o impegnandosi in modo vincolante a pagare le imposte o i contributi previdenziali dovuti, compresi eventuali interessi o multe, ovvero quando il debito tributario o previdenziale sia comunque integralmente estinto, purché l’estinzione, il pagamento o l’impegno si siano perfezionati anteriormente alla scadenza del termine per la presentazione delle domande."

Basterà quindi davvero poco alle stazioni appaltanti per escludere alcuni partecipanti, visto che è aumentata in modo esponenziale la loro discrezionalità. Basterà essere a conoscenza di un imposta sulla pubblicità non pagata (magari perché contestata) o di qualche debito previdenziale di un'azienda acquisita o decine di altri casi legati a tasse, multe e interessi di mora, per essere buttati fuori dalle gare. Una follia...

Per modificare questo Decreto, ad oggi in vigore (pubblicato il 18 aprile in Gazzetta Ufficiale), sono stati presentati tantissimi emendamenti. Ben 54 solo per i "Motivi di esclusione" che sintetizzavamo in questo messaggio. Speriamo davvero di avere buone notizie. Vi terremo informati...

IVS Group paga un dividendo ordinario di 0,30 euro per azione...

IVS Group S.A. informa che l’assemblea degli azionisti, tenuta in data 14 maggio 2019 in Lussemburgo, sotto la presidenza del dr. Antonio Tartaro, ha deliberato l’approvazione del bilancio d’esercizio per il 2018 e del relativo bilancio consolidato e il pagamento di un dividendo ordinario pari a Euro 0,30 per ciascuna azione in circolazione alla data dell’assemblea, per un importo complessivo di Euro 11.685.747,30.

Il dividendo verrà posto in pagamento il 10 luglio 2019. L’assemblea ha inoltre deliberato un piano di acquisto azioni proprie, fino a n. 1.000.000 di azioni, per un periodo di 60 mesi, la cui esecuzione sarà realizzata tramite intermediari finanziari specializzati, secondo le normative di mercato applicabili...

I misteri del vending > Perché si avvitano i bypass fino a fine corsa?

Torna la nostra rubrica sui grandi misteri del vending. Questa volta la legittima domanda ci viene da un nostro lettore che da diverso tempo gira per le gestioni come tecnico esterno. Chiede: "Perché è prassi comune "avvitare" i bypass fino a fine corsa... Ora mi chiedo ma gli ingegneri che li progettano e tutti gli esperti di caffè che cercano la giusta pressione per fare un buon espresso che problemi hanno? Ma soprattutto i tecnici dal giravite facile non farebbero prima ad escludere il bypass e montare un raccordo diretto?".

Lasciamo ai nostri lettori la risposta (se esiste) a questo mistero del vending...

Martedì 14 maggio 2019

FrescoFrigo, startup nel vending, gioca la triste carta del junk food...

FrescoFrigo è una startup italiana, dedicata all’healthy food, nata con l’idea di sviluppare un nuovo concetto di retail (1mq): piccolo, tecnologico, intelligente, di prossimità e accessibile 24/7 per distribuire ‘solo cibo sano’.

Visto che si affaccia per la prima volta al mercato del vending, troviamo difficile capire il perché della sua comunicazione. La base della loro campagna è sostenere che "FrescoFrigo punta ad innovare il settore dei distributori automatici con prodotti naturali, sani e a km zero. Le vending machine finalmente cambiano volto!". Sembra uno spot conto il junk food nel vending più che una valorizzazione del loro prodotto. Forse non sanno che distributori di cibo sano ce ne sono già a centinaia nel settore e molti vanno anche oltre al semplice prodotto salutare, con specificazioni "solo BIO" oppure "FreeFrom". Da quello che si legge nel comunicato stampa, per ora sono operativi solo 7 punti vendita, un po' pochi per avere la presunzione di cambiare volto alle vending machine (quasi 1 milione in Italia).

Forse sarebbe stato più sensato presentarsi al mercato in un altro modo. E' vero che si fa presa su alcuni consumatori finali, ma si fanno arrabbiare quasi tutti gli operatori del settore, noi compresi...

Eu'vend pubblica i numeri dell'edizione 2019. 4.200 visitatori e 162 espositori

Nel complesso dal 9 all'11 maggio 2019 sono giunti a Colonia per Eu'vend & Coffeena circa 4.200 operatori da 66 paesi. Circa il 40% sia di espositori (162 da 22 paesi) che di visitatori è arrivato in fiera dall'estero.

L'Office Coffee Service è stato uno dei temi principali di questa edizione. Al motto di New Work, trasformazione del mondo del lavoro e creazione di aree di lavoro all'insegna della collaborazione, l'offerta di cibo e bevande a dipendenti e clienti interpreta un ruolo fondamentale. L'area speciale "Office Coworking Lab" era interamente dedicata a questo trend di assoluta attualità. Nel segmento Payment, che a detta dei rappresentanti era presente in fiera al gran completo, le soluzioni digitali, come pagamento contactless, con carta prepagata o tramite smartphone, sono le più richieste.

Altri punti di attenzione sono stati prodotti di riempimento sani e soluzioni sostenibili per i bicchieri, quali contenitori riutilizzabili o in materiale riciclabile al 100%. All'ultima edizione di euvend & coffeena erano rappresentati in forze anche i chioschi automatizzati (micro market). Si tratta di shop in cui la merce non viene prelevata da dispositivi automatici, ma da scaffali e frigoriferi "normali". Il pagamento avviene alle casse automatiche. euvend & coffeena abbraccia quindi anche il trend dell'Unattended Retail.

Lunedì 13 maggio 2019

Festa della mamma > gli auguri dello staff di Fantavending...

Dopo una serie di messaggi molto simpatici di una nostra mamma/lettrice che ci ricordava la ricorrenza, non possiamo che acconsentire alla gentile minaccia e fare con il tutto il cuore gli auguri a tutte le mamme del vending (la versione del lunedì esce la domenica sera, quindi siamo anche in tempo...)

Tra le tante simpatiche iniziative per la festa della mamma, segnaliamo la Limited Edition tutta rosa  ideata da Caffè Mauro, un caffè  più dolce e delicato pensato per un regalo speciale per domenica 12 maggio...

Video "la Rhea GOES COFFEE SHOP"...

Si è appena conclusa la Fiera di Colonia, dove è stata presentata al vending "la Rhea GOES COFFEE SHOP".
Ecco un video
realizzato durante la settimana del “Fuorisalone” di Milano alla presentazione del progetto “cappuccino vero o tradizionale? Testimonianze dell'evento sono state Matteo Beluffi, campione di Latte Art, e suo fratello e pasticcere Dario, che hanno preparato per l'occasione un cappuccino "vegano"...
 

Le nostre recensioni > Il nuovo annuario Coffitalia 2019...

Il nuovo annuario Coffitalia 2019 ricostruisce l’intero settore italiano del caffè che, con un giro d’affari intorno ai 3,9 miliardi di euro, è uno dei più interessanti del panorama food & beverage ‘made in Italy’. Coffitalia 2019 è disponibile in versione cartacea e come ebook .pdf gratuito con articoli e analisi di mercato bilinque (CLICCA QUI).

Venerdì 10 maggio 2019

Mondo plastica > Antitrust: avviata istruttoria nei confronti di Corepla...

Nella riunione del 30 aprile 2019 l’Autorità ha deliberato l’avvio di un procedimento istruttorio nei confronti del COREPLA - Consorzio Nazionale per la Raccolta, il Riciclaggio e il Recupero degli Imballaggi in Plastica per accertare un presunto abuso di posizione dominante in violazione dell’art. 102 del TFUE.

In particolare, Corepla, attualmente unico operatore attivo nell’avvio a riciclo dei rifiuti da imballaggi primari in plastica e quindi dominante nel relativo mercato, sembrerebbe aver ingiustificatamente ostacolato l’operatività dell’innovativo sistema autonomo CoRiPET, costituito fra produttori e utilizzatori di bottiglie in PET, riconosciuto provvisoriamente con provvedimento ministeriale nell’aprile 2018 e dunque potenziale concorrente di COREPLA. CoRiPET, tra l’altro si ripropone di installare, a regime, una vasta rete di raccoglitori automatici in grado di ricevere direttamente dai consumatori finali le bottiglie in PET vuote.


Le condotte adottate da COREPLA consisterebbero nella pretesa disponibilità di tutti i rifiuti plastici rinvenienti dalla raccolta differenziata urbana nonché in rapporti di esclusiva con le piattaforme di selezione e nella messa all’asta di tutto il materiale così ottenuto, nel rifiuto di negoziare un accordo ponte con il nuovo sistema per consentire allo stesso di acquisire la disponibilità dei rifiuti da imballaggi plastici in PET riconducibili all’immesso al consumo dei soggetti in esso consorziati, i quali dal gennaio 2019, in virtù dell’appartenenza al nuovo sistema, corrispondono un contributo ambientale a quest’ultimo e non più al sistema CONAI-COREPLA. Le condotte di COREPLA appaiono intenzionalmente volte a impedire l’effettiva operatività del sistema autonomo nuovo entrante, compromettendone così il riconoscimento in via definitiva, al fine di salvaguardare quindi la posizione monopolistica di COREPLA nel mercato dell’avvio a riciclo degli imballaggi in PET.

I funzionari dell’Autorità hanno svolto ispezioni nelle sedi di alcune delle società interessate, con l’ausilio del Nucleo speciale Antitrust della Guardia di Finanza. Il procedimento si concluderà entro il 30 aprile 2020.

Espresso Service ottiene il prestigioso "Le Fonti Awards" per innovazione e crescita...

 

Siamo sempre molto contenti di dare alla nostra community informazioni positive su attori della filiera del vending. E' senz'altro il caso del prestigioso premio internazionale "Le Fonti Awards", consegnato alla gestione lombarda Espresso Service, mercoledì 8 maggio a Palazzo Mezzanotte, nella significativa cornice di Borsa Italiana, con il patrocinio della Commissione Europea.

 

Espresso Service è stata premiata come "IMPRESA DI ECCELLENZA DELL’ANNO, INNOVAZIONE & LEADERSHIP FAST GROWING" per la capacità di migliorare continuamente in tutte le attività svolte avendo come obiettivo la sostenibilità della propria crescita, per l’ambizione di diventare sempre più competitive ed efficaci, soddisfacendo le esigenze dei clienti attraverso soluzioni personalizzate. La promozione di un dialogo aperto e trasparente e la valorizzazione delle risorse fanno di queste aziende degli attori di primaria interesse nel panorama imprenditoriale italiano

La televisione nazionale di Le Fonti (Le Fonti TV), con le sue oltre 700 ore di diretta al mese e un palinsesto interamente dedicato al mondo del business, della finanza e del legale, ha garantito massima risonanza mediatica all’evento.


Giovedì 9 maggio 2019

Eu'Vend parte con il botto! Annunciata una partnership tra FAS e Rheavendors

Inizia oggi Eu'Vend l'atteso appuntamento in terra tedesca che vede tra i protagonisti tante aziende italiane della filiera del vending. La fiera inizia davvero con il botto, perché all'apertura della manifestazione è stato annunciato che Fas International e Rheavendors Group hanno deciso di dar vita ad una partnerhip.

Allo stand di Rheavendors, verrà infatti presentata a tutti gli operatori del settore la nuova “Saphirh”, che andrà ad integrare ed arricchire l’attuale gamma Rheavendors distributori snack&food.

Ecco in anteprima assoluta, una foto della macchina allo stand!!

Il vending 4.0 piace ai media nazionali. Dai SpA trova spazio su "Il Sole 24 Ore"...

E' appena uscito un interessante articolo de Il Sole 24 Ore dal titolo "Connessi all'oggi per guardare al domani", in cui si parla delle nuove frontiere digitali del vending. Francesco Frova, direttore generale di DAI, afferma che "la distribuzione automatica è in fase di maturità e necessita di lavorare su orizzonti diversi. Riteniamo strategico seguire i cambiamenti di consumo, essere connessi al mercato attuale e anticipare soluzioni, offrendo nuovi stimoli alla domanda. E' questa la sfida che ci attende".

Aggiungiamo che la sfida attende tutto il vending, perché ormai la nuova era del vending 4.0, pur agli albori, è iniziata e non si può tornare più indietro...

Mercoledì 8 maggio 2019

Il tramonto dei CRAL? La triste storia del Fatebenefratelli di Milano...

Il muro di omertà sul comportamento di alcuni CRAL era già caduto qualche settimana fa su Fantavending, grazie alla pubblicazioni di molti messaggi sul tema. In questi giorni però ne parlano anche i media nazionali, in virtù dell'ennesima storia opaca in una grande ospedale italiano. Il Fatebenefratelli di Milano ha chiesto ben 475.125 euro al CRAL come "risarcimento del danno provocato per l’installazione abusiva dei 38 distributori automatici: 101.821 euro sono per danno emergente (consumo di acqua ed energia elettrica, ndr), altri 373.303 per lucro cessante."

Dalle carte depositate in Tribunale emerge che il circolo ricreativo per i dipendenti dell’ospedale per almeno sette anni s’è arricchito con i distributori automatici installati abusivamente (Fonte: Il corriere della Sera). Il CRAL, tra l’aprile 2011 e il 31 gennaio 2018, si era intestato anche la gestione di 38 distributori automatici: 24 di bevande calde e 14 di bibite e snack. In nessun documento risulta la concessione degli spazi al circolo per l’installazione delle vending machine.

Ora il Tribunale dovrà pronunciarsi sulla restituzione dei soldi, ma in attesa della Sentenza viene proprio da chiedersi che tipo d'interessi tuteli questa costola del sindacato...

LIVE from TuttoFood...

La redazione di Fantavending è a TuttoFood, la manifestazione dedicata al sistema agroalimentare in programma a fieramilano dal 6 al 9 maggio. Un hub internazionale in grado promuovere il meglio del saper far italiano con i top buyer di tutto il mondo e di favorire l’interscambio con il mercato nazionale, grazie anche alle sinergie con gli eventi che si terranno in contemporanea: Fruit Innovation, Seeds&Chips e Milano Food City. Oltre 2.900 i brand presenti alla manifestazione di quest’anno provenienti da 43 Paesi.

Diverse le aziende della filiera del vending presenti (le foto sono disponibili sul nostro profilo Facebook). Fa anche il suo esordio lo stand di Venditalia 2020 con la nuova grafica coordinata...

Martedì 7 maggio 2019

7 miliardi di euro in fumo? Il 30 maggio la Cassazione decide il futuro della Canapa...

La legge è davvero poco chiara, tanto che la Cassazione si è dovuta pronunciare più volte sulla legalità della vendita della canapa light. Il problema è che diverse sezioni hanno dato pareri opposti, quindi l'unica soluzione è stata quella di far intervenire le sezioni unite della Cassazione per un responso univoco. Il 30 maggio è attesa la sentenza, se negativa, le saracinesche dei negozi e gli oltre mille distributori automatici in funzione in Italia, potrebbero dover cessare immediatamente l'attività. Sette miliardi di giro d'affari in fumo.

Al di là di ogni considerazioni di carattere etico, una legge dello Stato ha reso legale la canapa a basso principio attivo e centinaia di imprenditori ci hanno investito convinti di essere tutelati dalla legge. Oggi sono più di 3.000 gli ettari messi a produzione della canapa legale con un trend annuale in continua ascesa e sono ormai 15.000 i punti vendita in tutta Italia. Per fortuna che la sentenza arriverà dopo le elezioni europee...

Furti vending > Ladri di merendine incastrate dal sugo di lasagna...

Nei distributori automatici si può vendere di tutto, anche piatti pronti da scaldare nel microonde. Lo sanno bene tre ladri che nel 2014 hanno forzato diverse macchine in una grande scuola trentina e poi, non contenti, si sono pure fatto uno spuntino a base di lasagne. Peccato che proprio le impronte di sugo lasciate nel luogo del misfatto e raccolte dai Carabinieri e analizzate dai RIS di Parma, li abbia alla fine incastrati.
I tre sono finiti a processo, grazie a questa prova incriminante...

Lunedì 6 maggio 2019

A Forlì vietano le bevande in lattina e vetro e consentono solo i bicchieri di plastica!

La confusione più totale regna nel mondo dei comuni italiani. A Forlì arriva il vicepremier Matteo Salvini e subito scattano le misure di sicurezza. Un'ordinanza ha infatti disposto il divieto di introduzione di bevande in vetro e in lattine in Piazza Saffi in occasione del comizio elettorale del segretario confederale della Lega Nord a sostegno del candidato sindaco della coalizione di centrodestra. Per esercenti è vietata la vendita di bevande, anche se prive di contenuto alcolico, in contenitori di vetro, lattine o altro materiale, se destinate all'asporto. E' fatto altresì obbligo agli stessi esercenti che tutte le bevande, indistintamente, siano vendute in bicchieri di plastica.
Inoltre, per i distributori automatici self-service installati in locali ad uso esclusivo ed in cui non è assicurata la presenza del titolare, deve esserne inibito il funzionamento, salvo che la distribuzione sia limitata ai soli prodotti in contenitori non inclusi nel divieto...

E pensare che proprio a Forlì il Movimento 5 Stelle, attraverso i consiglieri comunali Daniele Vergini e Simone Benini, ha presentato un question time affinché la giunta comunale aderisca alla campagna "Plastic Free Challenge" lanciata dal Ministro dell'Ambiente Sergio Costa. I pentastellati chiedono di "predisporre ogni azione necessaria affinché nelle sedi Comunali e di competenza, vengano eliminati tutti gli articoli in plastica monouso, con particolare riguardo a quelli legati alla vendita diretta o per mezzo di distributori automatici ed alla somministrazione di cibi e bevande. Un percorso con obiettivi precisi al fine di ridurre al minimo l'utilizzo della plastica, sino alla completa eliminazione della stessa all’interno dell’istituzione del Comune di Forlì"...

Peccato che poi si accorgono che, in caso di manifestazioni pubbliche (materia di sicurezza dei cittadini) la plastica è un materiale assolutamente idoneo, al contrario di vetro e alluminio...


Fonte: ForlìToday

IVS consolida la sua presenza in Veneto aprendo una filiale in provincia di Treviso...

Le segnalazioni che abbiamo ricevuto nel fine settimana ci sono state confermate da alcune fonti, quindi riteniamo fondata la news che la controllata Eurovending (IVS Italia Spa detiene il 70% del capitale) stia per aprire una filiale in provincia di Treviso.

L'operazione avrà evidentemente delle ripercussioni su tutto il territorio, visto che il Veneto è una delle roccaforti di Gruppo Argenta, il principale competitor di IVS sul mercato del nord Italia... Vi terremo informati sugli sviluppi...

Venerdì 3 maggio 2019

Venditalia si presenta a Tuttofood con una veste grafica rinnovata

Venditalia, la più importante manifestazione internazionale della Distribuzione Automatica, dopo il successo del 2018 che ha visto la presenza di oltre 300 espositori provenienti da 22 Paesi distribuiti su 14mila metri quadrati di superficie espositiva, si presenta al pubblico degli addetti ai lavori durante TUTTOFOOD, il salone dell’agroalimentare di Fiera Milano, in programma dal 6 al 9 maggio.

Venditalia, durante la settimana di TUTTOFOOD, sarà inoltre protagonista anche in città. Grazie al trait d'union con il tema della prossima edizione della Milano Food City, che sarà dedicato alla prima colazione, Venditalia, attraverso Confida, che aderisce alle iniziative di Confcommercio Milano, sarà presente nel cortile di Palazzo Bovara dal 3 al 9 maggio dove avranno luogo numerosi eventi. Showcooking, masterclass e degustazioni in collaborazione con Altoga, l’Associazione dei torrefattori, dedicate al caffè, alla colazione e all’aperitivo. In particolare, si approfondirà l’importante ruolo della prima colazione - che sia fatta in casa o fuori casa. In questo contesto non poteva mancare il caffè al distributore automatico. Confida, con Venditalia, presenterà le tecnologie 4.0 della distribuzione automatica che offriranno gratuitamente ai visitatori e al pubblico degli eventi di Milano Food City caffè e altre bevande calde. Lo schermo touch delle vending machine di ultima generazione consentirà ai partecipanti di creare la propria colazione mixando a piacere i prodotti di base: caffè, latte, cacao e granelle. La colazione alle vending machine non sarà solo “smart” ma anche “green” perché grazie alle eco-tecnologie del vending i rifiuti saranno differenziati e riciclati correttamente. CLICCA QUI per leggere il comunicato integrale di CONFIDA



Venditalia infine, strizza l’occhio anche al mondo della comunicazione. L’evento leader della distribuzione automatica mostrerà, proprio nei padiglioni di TUTTOFOOD, la sua nuova immagine. Un nuovo logo a cui viene aggiunto un payoff dal sapore internazionale: Worldwide Vending Show. È stato utilizzato un nuovo font, più moderno, con elementi simbolici puramente grafici (in grado di richiamare il mondo del vending, la tecnologia e la connettività). Il payoff, in lingua inglese, è stato scelto per sottolineare la vocazione dell’evento: la fiera internazionale di punta in Europa. La nuova immagine sarà poi declinata in una campagna stampa ad hoc e nel nuovo sito internet.

Per leggere il comunicato stampa integrale Venditalia CLICCA QUI

Bahlsen lancia Pick Up! Cocos in edizione limitata!

Arriva nel vending una novità, un’edizione limitata di Bahlsen della linea Pick Up!. Il nuovo gusto Cocco perfetto per la stagione estiva, periodo in cui gli snack al cioccolato subiscono un calo dei consumi. Pick UP! Cocos, con la sua consistenza leggera, la fragranza dei biscotti e la farcitura di cioccolato al latte con crema al cocco è perfetto anche refrigerato e rappresenta un’invitante alternativa per chi non sa rinunciare al cioccolato neanche durante la stagione calda.

Ancora una volta Bahlsen dimostra di saper rispondere al gusto dei consumatori con prodotti nati dalla lunga esperienza nel settore dolciario: oltre un secolo di storia che trasmette l’immagine di un’azienda in continua evoluzione, un percorso di crescita che vede nell’anno 2019 un’altra importante tappa con il lancio di un nuovo gusto edizione limitata come Pick UP! Cocos: un prodotto “premium” per il vending che segue il trend del periodo caldo con gusti più esotici; un prodotto rivolto a tutti, di grande visibilità nel distributore automatico, grazie ai colori brillanti ed in contrasto, e che per la sua particolare struttura – una tavoletta di cioccolato farcito con crema al cocco tra due fragranti biscotti – si mantiene perfettamente all’interno dei distributori anche durante l’estate!


 

Giovedì 2 maggio 2019

Festa del lavoro > Un momento di riflessione per il vending...

Fare delle riflessioni sul lavoro, almeno per un giorno all'anno, è fortunatamente consentito. Per noi di Fantavending è un po' più complicato, in quanto siamo l'unico canale che dà voce al dissenso di ARD e tecnici e ne raccoglie i malumori. Quindi scrivere qualche frase retorica sul Primo Maggio, quando alcune centinaia di messaggi al mese ci parlano della realtà sul campo e su come il lavoro sia davvero percepito alla base della piramide organizzativa delle gestioni, è certamente più difficile.

Ma proprio leggendo così tanti messaggi che parlano di lavoro, possiamo tranquillamente affermare che emerge una realtà molto diversa da quello che un osservatore esterno potrebbe immaginare. Al di là di quello che si possa pensare, non è lo stipendio al centro dei pensieri della maggioranza dei lavoratori, ma la stabilità. Non c'è l'avanzamento di carriera come obiettivo primario, ma il corretto riconoscimento della posizione che si occupa. Infine, la cosa che spaventa di più non è l'aumento dell'intensità o delle ore lavorate, ma la progressiva mancanza di motivazioni.

Per cui dobbiamo ricorrere ad una "frase fatta", perché sembra proprio che la cosa che conta di più sia la dignità del lavoro, più che il rapporto economico tra azienda e lavoratore...
Quindi investire nel capitale umano al servizio del lavoro, non è stabilirne il compenso, ma agire sulla formazione, sulle competenze, sull'umanità dei rapporti e sulle motivazioni. Speriamo davvero che sempre più imprenditori inizino ad intraprendere questa strada...

Il 25esimo anniversario di EVA sarà celebrato in Italia...

EVA (European Vending & Coffee Service Association) ha svelato luogo e data delle celebrazioni del suo quarto di secolo dalla fondazione. La scelta è ricaduta sull'Italia, nella prestigiosa cornice del Grand Hotel Dino di Baveno, una splendida location sul Lago Maggiore.

L'evento avrà luogo dal 16 al 17 ottobre all'interno di EVEX 2019, una manifestazione con un format ormai consolidato e che ha fatto tappa in Italia già nel 2017 (Roma). La registrazione all'evento sarà aperta alla fine di maggio...

Electrolux acquista un'azienda francese di macchine professionali per il caffè...

Electrolux ha annunciato di aver acquisito Unic, un’azienda francese specializzata nella produzione di macchine professionali per il caffè espresso. L’acquisizione completa l’offerta prodotti nel segmento della distribuzione bevande e rafforza la posizione di leader nella fornitura di soluzioni complete per il settore dell’ospitalità.

Unic è un produttore di macchine per il caffè espresso automatiche e tradizionali, con un’esperienza centenaria e riconosciute competenze tecnologiche e produttive. La società ha riportato un fatturato di circa 20 milioni di euro nel 2018 ed impiega 130 dipendenti. Il quartier generale della società e il principale sito produttivo hanno sede nel sud della Francia, nei pressi di Nizza.

VAI AI GOSSIP DI APRILE 2019

Art&Works S.r.l. Via Algardi 13 - 20148 Milano - Italia - tel +39 0248958566 P.I.04234310961